facebook google plus twitter contattaci

GIMP 2.6 for Photographers

Un libro in inglese, ideale per approfondire Gimp 2.6.

GIMP 2.6 for Photographers, di Klaus Goelker

Ringraziamo Francesco per l'ottima recensione che ci ha inviato,
non dimenticate di fare un salto sulla sua pagina fotografica di Flickr

L'edizione è quella del 2011 e si presenta con una copertina semirigida. Contiene un DVD con all'interno un'edizione digitale (SECURED) in pdf del libro, le immagini di esempio utilizzate e i sorgenti per Linux, Mac e Windows. GIMP 2.6 for Photographers, come suggerisce il titolo, è rivolto a chi usa GIMP prevalentemente per la fotografia, ed è consigliato a chi già conosce il programma di cui non vuole essere una guida completa ma un'estensione e un approfondimento dei contenuti più importanti. Dopo un breve capitolo introduttivo il primo vero capitolo è di fatto il secondo che è dedicato all'elaborazione delle immagini partendo dal trattamento dei file RAW dando spazio al cugino di GIMP per il trattamento del negativo digitale UFRaw e qualche breve accenno a RAW Therapee. Proseguiamo la recensione con il secondo capitolo, che procede con l'elaborazione base delle immagini con GIMP accennando alla rotazione e al crop, e spiegando bene i concetti di Image Size e Print Size. Quindi prosegue con l'analisi di immagini acquisite mediante scanner digitale, applicando semplici e comuni tool quali crop, sfocatura gaussiana, modifica di contrasto e colore, utilizzo di curve e livelli, anticipando temi che saranno approfonditi in alcuni capitoli successivi. Seguono alcuni esempi pratici di correzione colore e rimozione di difetti (clone e healing tool). Quindi si introducono i filtri di nitidezza Sharpen e UnsSharp Mask. Il capitolo 2 si chiude con la spiegazione dello Sharpening e Smoothening.

Continua dopo la pubblicità...

Il capitolo 3 è dedicato alle Maschere, Selezioni e Layers enfatizzando il legame esistente tra i concetti di maschere e selezioni e quindi approcciando i temi in maniera abbastanza originale e arguta. Ogni argomento è trattato dando largo spazio all’aspetto teorico, accennando ai concetti base dello strumento, e successivamente si passa al lato pratico con esempi concreti di applicazione dello strumento. Si passa poi alla descrizione di come procedere per applicare correzioni prospettiche e distorsioni. Quindi al paragrafo 3.7 si passa al tema del Testo in GIMP introducendo lo strumento Ombre che sarà utilizzato anche nei paragrafi successivi e per altri scopi. Al paragrafo 3.10 di GIMP 2.6 for Photographers si analizza il problema dell'estrazione di oggetti da un'immagine mentre al 3.11 si introducono i Path, strumento a volte poco conosciuto dagli utilizzatori. Al paragrafo 3.12 l’autore spiega come creare oggetti tridimensionali e al 3.13 come, tramite il cross-fading, assemblare immagini per creare effetti panoramici. Al 3.14 è descritto un altro metodo per estrarre oggetti da un'immagine e posizionarli in un'altra immagine utilizzando il Foreground select tool. Al 3.15 viene introdotto un tema molto in voga tra i fotoelaboratori: l'HDR e i software free esistemti per realizzarlo. L’autore si cimenta poi in un metodo per realizare un HDR da 3 scatti mediante l'utilizzo di GIMP. Il capitolo 4 è intitolato "Working with Black and White and Color Images" e dunque è dedicato ai concetti di colore e scale di grigi, dando spazio allo strumento Channel Mixer e alla libreria grafica GEGL. Al paragrafo 4.3 si spiega come estrarre i capelli da uno sfondo grazie allo strumento Threshold. Al paragrafo 4.4. si confrontano le funzioni Colorize, Levels e Curves per colorare immagini ovvero per giocare con i colori delle immagini. Il capitolo 5 è un'Appendice in cui brevemente sono accennati il tool iWarp, i link o i libri per procedere con altri approfondimenti, c'è poi una panoramica sulla versione 2.8 di GIMP che verrà e ringraziamenti vari.

In conclusione il libro rispetta le promesse di essere un riferimento per poter capire alcuni, molti, tra i più utilizzati strumenti di GIMP e per migliorare la conoscenza di uno strumento così complesso di image editing. A me interessava capire meglio come utilizzare GIMP e la lettura mi è stato molto utile, mi è servito anche per togliermi tanti dubbi che mi restavano in testa e per imparare a usare strumenti su cui non mi ero mai cimentato. A mio modesto avviso si tratta di un testo utile per poter avere un riferimento ai principali strumenti di fotoritocco di GIMP.

 L'utilizzo dei tutorial, a scopo non commerciale, è consentito a condizione che venga inserito un link alla homepage di questo sito.