layout logo www.mora-foto.it

I formati standard in fotografia

Imparare a conoscere i formati fotografici standard, per poter ritagliare le nostre immagini in modo consapevole

Formati fotografici

Utilizzare i formati standard in fotografia (Aspect ratio) è molto importante. Lavorando con software di fotoritocco (nel nostro caso Gimp) è facile cadere nella tentazione di ridimensionare a caso, senza considerare che esistono delle regole ben precise da osservare.
Gli standard appartengono alla fotografia con pellicola e sono stati mantenuti (fortunatamente) invariati con gli anni, anche se con con l'avvento del digitale ed i monitor "allungati" ci sono state un paio di nuove comparse.

Nota Bene: Per ogni formato verrà indicato il "fattore di moltiplicazione". Questo dato, utile nel resize, si riferisce al rapporto tra il lato lungo ed il lato corto dell'immagine. Per esempio nella fotografia 3/2 il valore è di 1.5. Se la nostra foto è alta 2000 pixel dovrà essere larga 2000x1.5=3000 (oppure, se è larga 3000, dovrà essere alta 3000/1.5=2000).

Formato 3/2

Iniziamo con lo standard per eccellenza, il 35mm delle "vecchie" fotocamere reflex.
Con un rapporto di 3/2. il rettangolo è stabile, ben proporzionato, ottimo nella fotografia orizzontale per quasi tutti i soggetti. Gran parte delle fotocamere utilizzano questo standard. Diventa forse un po' troppo allungato in immagini verticali, distraendo l'osservatore. La stampa della classica foto ricordo è in 15x10 cm ed è quindi il rapporto d'aspetto maggiormente utilizzato e più riconosciuto.

Fattore di moltiplicazione: 1.5

Formato 4/3

A seguire troviamo il 4/3, lo standard per eccellenza dei vecchi televisori a tubo catodico o degli schermi per computer non panoramici. Viene a volte utilizzato nelle fotocamere compatte, ma è uno standard che fatica ad affermarsi in fotografia a causa della sua forma tozza e leggermente sproporzionata rispetto alle immagini più panoramiche che ci siamo abituati a vedere negli anni. Risulta invece molto adatto per le fotografie verticali, ma l'argomento verrà trattato in seguito.

Fattore di moltiplicazione: 1.334

Formato 16/9

Il formato 16/9 compare inizialmente nell'home cinema, ora è diventato uno standard. Si adatta molto bene alla fotografia panoramica in quanto rende l'immagine quanto più simile possibile alla visione umana. Assolutamente sconsigliato nelle immagini verticali, molte volte è una scelta obbligata se si vuole proiettare fotografie su un televisore di ultima generazione (Hd Ready o Full HD) senza lasciare "bande nere" ai lati dell'immagine.

Fattore di moltiplicazione: 1.778

Formato 1/1

Un formato poco convenzionale, ma utilizzato in fotografia, è il formato quadrato. Con un rapporto di 1/1 si adatta a poche immagini e crea l'idea di uno scatto "tagliato", ma molto bilanciato. Nella fotografia quadrata è consigliabile la simmetria ed il soggetto risulta interessante se posizionato al centro dello scatto. Alcuni fotografi professionisti scattano in questo formato con dorsi digitali, ma volte volte la pellicola viene tagliata successivamente in altri formati a causa della difficile composizione con questo rapporto d'aspetto.

Fattore di moltiplicazione: 1

Formato 3/4

Il 4/3 è molto indicato nelle immagini verticali (è più corretto definirlo 3/4). Esso riesce a dare un maggiore senso di equilibrio e personalmente lo ritengo una scelta obbligata quando scatto con l'inquadratura verticale; In questo caso cerco sempre di tenermi un certo margine in alto, in modo da poter eliminare una parte della fotografia senza problemi, siccome la mia fotocamera scatta in 3/2, che è più lungo.

Fattore di moltiplicazione: 0.75

Adesso vi chiederere: "A cosa serve la pappardella che ho appena letto??" Semplicemente a fare in modo di non commettere l'errore di ridimensionare una fotografia a caso.
Per fare lo sfondo di un computer le possibilità sono tantissime, vi consigliamo la risoluzione nativa dello schermo; Per caricare le fotografie sul vostro televisore utilizzerete due formati: Hd Ready 1360x768, oppure Full HD 1920x1080.

Per la stampa su carta fotografica cercate di mantenere la proporzione di 3/2. Molte fotocamere permettono la regolazione da menù dei diversi formati, scegliete con attenzione.
Io personalmente scatto sempre in 3/2 e, se c'è bisogno, taglio successivamente. Nelle fotografie verticali cerco di lasciare un po' di immagine superflua per poter successivamente ridurre al 3/4. Ovviamente gli standard non dettano legge, nessuni vi impedisce di tagliare le immagini come vi piace, specialmente nella realizzazione di progetti particolari. Come sempre però, prima di infrangere le regole, è meglio conoscerle.

Qui di seguito trovate un elenco di alcune risoluzioni standard nel mondo dei display, giusto per darvi un'idea della frammentazione:

Smartphone entry level: 240x320 - 320x480
Smartphone di fascia media: 480x640
Smartphone di fascia alta: 800x1280 - 1080x1920

Tablet fascia bassa: 1024x768
Tablet fascia media: 1280x800
Tablet fascia alta: Fino a 2048×1536
Ipad Air: 2048×1536 retina

Risoluzioni standard monitor 4/3: 640x480 - 800x600 - 1024x768 - 1280x1024 - 1600x1200 - 2048x1536
Risoluzioni standard monitor 16/9: 854x480 - 1366x768 - 1920x1080
Risoluzioni standard monitor 16/10: 1280x800 - 1440x900 - 1680x1050 - 1920x1200

8 Megapixels 3264x2488
15 Megapixels 4480x3360
18 Megapixels 5184x3456
21 Megapixels 5616x3744

Adesso che hai imparato quali sono i formati standard in fotografia, forse potrebbe interessarti la guida Gimp per raddrizzare e ritagliare un immagine, che ti spiegherà come croppare le fotografie con un aspect ratio standard.

Responsive design: November 2013.