facebook google plus twitter ../contattaci

Analisi sul fotoritocco e sul fotomontaggio

Alcune riflessioni sulle tecniche di fotoritocco e fotomontaggio con qualche consiglio.

Il ritocco fotografico è la tecnica con cui un fotografo corregge, in fase di post-produzione, uno scatto realizzato in precedenza. Negli ultimi anni è diventato una pratica comune per chiunque ami la fotografia al di fuori del semplice "ricordo", ed è alla costante ricerca di scatti sempre più efficaci.
Tutto questo è merito della maggior diffusione dei computer e dell'utilizzo di software sempre più avanzati e completi, non vanno ovviamente dimenticati i programmi gratuiti ed opensource. Inoltre abbiamo assistito ad un abbassamento dei costi per l'attrezzatura fotografica e alla comparsa di fotocamere digitali sempre più facili da usare.
Inizialmente i fotomontaggi venivano realizzati in camera oscura e la scelta delle varie tecniche di sviluppo permetteva ai professionisti di raggiungere un livello di controllo maggiore rispetto al fotoamatore che faceva stampare le fotografie a terzi. Oggi, per fortuna, questo processo è stato eliminato a favore del digitale, che permette a chiunque (con molta pratica e un po' di amore) di ottenere risultati paragonabili a quelli professionali.
Ho deciso di iniziare questa guida con una serie di domande a cui cercerò di dare una risposta. Quella che scrivo non è la verità assoluta ed imprescindibile, ma il mio pensiero trascritto il più obbiettivamente possibile.

Esempio di fotoritocco In che cosa consiste il fotoritocco?
Possiamo definire fotoritocco tutti quei processi atti a migliorare una fotografia che vanno dalla semplice regolazione del contrasto in un immagine al completo stravolgimento di luce e colore. Considerando i limiti pressochè inesistenti di questa tecnica, dobbiamo farci un esame di coscienza per capire quanto vogliamo modificare le nostre foto e quando esserne soddisfatti.

E in cosa differisce dal fotomontaggio?
Con il termine fotomontaggio si intende la sovrapposizione di diverse immagini o l'aggiunta di dettagli in post produzione allo scopo di migliorare una fotografia. Alcuni esempi di fotomontaggi potrebbero essere il posizionare una persona su uno sfondo diverso, lo scattare e fondere due immagini con esposizioni diverse e la composizione avanzata di elementi fotografici tra loro, fino all'astrattismo.

Perchè dovrei modificare uno scatto già buono?
Nessuno obbliga a modificare ogni foto scattata con un ritocco completo, io stesso per le mie immagini ricordo non elaboro nulla, ma se una fotografia mi sembra particolarmente efficace, conservo sempre la copia in risoluzione piena (possibilmente correlata di file RAW) per poterla migliorare. Fotoritoccare una foto non vuol dire distruggerne il realismo, ma correggerne i difetti e rendere per scatto più simile a quello che il fotografo ha immaginato al momento dello scatto. Perchè non togliere un palo della luce o cancellare un brufolino se possiamo farlo?

Fin dove è giusto spingersi?
In realtà questa domanda è molto personale e non esiste una risposta assoluta. In alcuni paesi si comincia a parlare di eliminare il fotoritocco nelle riviste di moda, per non creare ideali irrealizzabili in ragazze predisposte all'anoressia.
Nonostante sia una considerazione assolutamente soggettiva, concordo con chi ha fatto questa proposta. Fotoritoccare secondo me è giusto fintanto che non si tenti di spacciare per vero qualcosa che in realtà è artefatto.

Dopo queste considerazioni personali, cerchiamo di analizzare le situazioni ed i vari livelli in cui possiamo intervenire per modificare una foto. Gran parte del lavoro oggi viene fatto dalle fotocamere impostate in automatico, ma personalmente preferisco intervenire in post produzione per avere un maggiore controllo. In questo sito trattiamo l'argomento fotoritocco con Gimp, un ottimo software gratuito ed opensource più che sufficiente per l'utilizzo non professionale. Per chiunque usi altri programmi, è sufficiente una veloce ricerca su google per trovare diversi tutorial su ogni argomento che affronteremo. Analizzerò tutti i foritocchi nell'ordine che personalmente ritengo ottimale, dalle correzioni base fino ai fotoritocchi avanzati, concludendo con il fotomontaggio. Ogni punto della scaletta apre in nuova finestra il tutorial di Gimp relativo. Partiamo dal presupposto che vi siete appena fatti una bella gita e dovete decidere quali fotografie caricare su Facebook/Picasa/Flickr.

Continua dopo la pubblicità...

Selezione degli scatti:
Il primo consiglio che posso dare è di non selezionare mai le fotografie "a caldo". Fate una rapida pulizia cancellando le immagini fuori fuoco o mosse. Qualche giorno dopo averle scattate, quando è sbollito l'amore per una fotografia che ci è costata grande fatica, ma magari è brutta, facciamo una selezione più accurata delle immagini.

Fotoritocco di base:
Nel fotoritocco base vorrei catalogare tutti i passaggi per migliorare un immagine, senza alterarne assolutamente l'essenza. Ottimo punto di partenza per capire le meccaniche del fotoritocco, ritengo sia un passaggio obbligato prima di pubblicare una foto.
- Raddrizzare il soggetto e ritagliare gli eventuali eccessi ai bordi dell'immagine.
- Correggere il bilanciamento del bianco in caso di colori non ottimali.
- Regolare il contrasto, la luminosità e la saturazione, mediante curve o livelli.
- Cancellare mediante "strumento clona" eventuali intrusi, sistemare gli occhi rossi, correzioni generiche.

Fotoritocco avanzato:
Dopo aver completamente corretto un immagine possiamo passare ad una serie di considerazioni aggiuntive. Che cosa voglio rappresentare? l'eventuale aggiunta di un "effetto speciale" potrebbe migliorare il risultato? Sono domande a cui non è facile rispondere, un grande fotografo come Andrzey Dragan passa quasi una settimana solo a scegliere come procedere con il fotoritocco di un suo soggetto. Esistono moltissime soluzioni in base al risultato che vogliamo ottenere, ecco un po' di esempi.
- Bianco e nero, ottimo con immagini con geometrie e texture.
- Effetto Orton, per rendere più "magiche" certe ambientazioni.
- Effetto Dragan e Bleach Bypass, drammatizzazione di soggetti umani.
- Effetto Flou, morbidezza e riduzione dei difetti.
- Cross processing, Effetto Tilt Shift, effetto infrarosso e sperimentazioni varie.

Fotomontaggio:
La realizzazione di un buon fotomontaggio non è per tutti. Le competenze necessarie per avere risultati ottimali sono tante e ci vuole molta fantasia. Personalmente non sono un grande fotomontatore, ma guardando alcune fotografie di Dave Hill possiamo capire quali sono i possibili risultati. Il fotomontaggio necessita di una perfetta padronanza delle maschere di selezione, la capacità di saper fondere insieme più oggetti ed in questo caso la consapevolezza della direzione delle luci per non avere risultati irrealistici. Di seguito un piccolo elenco dei fotomontaggi che potete trovare sul sito, che ripeto non essere molti in quanto non amo questa tecnica.
- Inserire un testo in una foto, creare un demotival.
- Maschere e livelli, cambiare il cielo ad una fotografia.
- Maschere avanzate, selezionare un oggetto complesso.
- Cambiare il colore degli occhi.
- Sostituzione colori con "ruota colore".

In conclusione quello che l'aspirante fotografo deve fare è:
- Osservare moltissime immagini realizzate da fotografi professionisti
- Analizzare le varie tecniche di fotoritocco e fotomontaggio per cercare di sviluppare uno stile personale.

Per chi preferisce la fotografia pura e scatta principalmente soggetti naturalistici, mi fermerei al "fotoritocco base" che riesce a soddisfare completamente le sue necessità. Per chi ama sperimentare, le tecniche selezionate nel "fotoritocco avanzato" e nel "fotomontaggio" sono solo un punto di partenza per farsi un'idea delle enormi possibilità offerte da un software di post produzione fotografica e cominciare a muoversi con disinvoltura in un mondo vastissimo, dove il fine ultimo è sempre e comunque creare qualcosa di unico e personale.

L'utilizzo dei tutorial, a scopo non commerciale, è consentito a condizione che venga inserito un link alla homepage di questo sito.