facebook google plus twitter ../contattaci

Come recuperare foto cancellate

Cosa fare se eliminate per errore delle fotografie dalla vostra scheda SD o la formattate.

Uno degli incidenti peggiori che possono capitare al fotografo è la cancellazione di una o più fotografie dalla scheda SD della macchina fotografica o dal disco fisso del computer. In questa guida cercheremo di spiegarvi come recuperare i file cancellati per errore utilizzando Recuva e ZAR, due programmi gratuiti.

Mi sa che ho fatto un errore

La prima cosa da fare è fermarsi. Non fate fotografie con la memory card incriminata e non tentate procedure di recupero improvvisate. Come in tutte le memorie digitali, anche nelle memory card una volta premuto il pulsante elimina i file non vengono veramente cancellati, ma lo spazio che occupavano viene contrassegnato come libero e pronto per essere sovrascritto. La prima cosa da fare in caso di errata cancellazione o formattazione di una memoria è quindi quella di toglierla il più velocemente possibile dalla fotocamera e metterla da parte per il successivo recupero. Ogni fotografia scattata andrà infatti a sostituirsi ad una che vorremmo recuperare.
A questo punto per procedere è necessario un lettore di memory card esterno ed un programma per il recupero fotografie. Esistono molti software adatti ad effettuare questo compito. Tra i due con cui mi sono trovato meglio e che uso da anni per lavoro ci sono Recuva e ZAR, Zero Assumption Recovery:

Card reader + Recuva o ZAR

Recuva:
E’ uno dei software per il recupero di fotografie cancellate più veloci e semplici da utilizzare. In un test ha impiegato meno di tre minuti per effettuare la scansione di un disco fisso da 300Gb e recuperare praticamente tutte le foto eliminate in precedenza. Oltre alle foto, Recuva è in grado di recuperare anche file audio, documenti ed e-mail, a patto che il supporto non sia corrotto e venga riconosciuto da Windows. Personalmente credo che per l'utente medio Recuva sia la soluzione migliore. Disponibile in molte lingue, compreso l'italiano.
Per scaricare Recuva clicca QUI.

ZAR (Zero Assumption Recovery):
Effettua una scansione più lenta, ma ha una percentuale di successo maggiore di Recuva. Riesce ad accedere anche a dischi e schede di memoria con il file system corrotto. Per la scansione di una scheda SD da 4Gb potrebbe impiegare fino a cinque ore. La versione gratuita permette di recuperare solo fotografie, per altri tipi di file è necessario acquistare la versione a pagamento. Personalmente consiglio ZAR solo se Recuva dovesse fallire il recupero o se volete il massimo delle garanzie.
Per scaricare ZAR clicca QUI.

Il limite di entrambi questi programmi è nel caso di memory card bruciate, ovvero quando dopo averle inserite nel lettore non vengono neppure viste da Windows e dal BIOS. In questo caso putroppo non ho una soluzione, posso solo darvi un consiglio che spero possa aiutarvi in futuro. In gran parte dei casi le memory card non possono recuperare le fotografie quando vengono riempite fino all'orlo. Cambiare sempre la memory card quando avete 10/15 foto disponibili e non scattate fino al limite massimo.
Vediamo ora nel dettaglio come utilizzare i due programmi per recuperare fotografie cancellate da una memory card di 8gb con all'interno 3000 fotografie in jpg di varie dimensioni divise in cartelle.

Continua dopo la pubblicità...

Recuva

Recuva è molto semplice da utilizzare, la prima schermata di benvenuto è una specie di guida iniziale e può essere saltata selezionando di non mostrare la schermata di wizard all'avvio, proseguiamo premendo Avanti.

Schermata iniziale Recuva

Selezioniamo il tipo di file da recuperare. In questo caso si trattava di sole fotografie, ma se dovete recuperare diversi file è consigliabile tutti i file, anche se renderemo più lenta la scansione. Attenzione: Usate la selezione "tutti i file" anche in caso di immagini RAW o NEF. Proseguiamo premendo Avanti.

Quale tipo di file

A questo punto dobbiamo selezionare la posizione dei file cancellati. Si potrebbero usare sia la soluzione Su card multimediale o iPod che In una posizione specifica, personalmente ho selezionato manualmente la posizione per velocizzare la ricerca. Proseguiamo premendo Avanti.

Posizione dei file

In questo passaggio possiamo iniziare la scansione, personalmente consiglio di mettere da subito la scansione approfondita, in caso contrario potrebbe venir proposta in seguito. Proseguiamo premendo Avanti per iniziare la ricerca.

Ricerca dei file

Dopo una brevissima scansione (circa 3 secondi) non è stato trovato nessun file. Recuva mi ha proposto di tentare la scansione approfondita per ottenere risultati migliori. Se siete daccordo premente SI per iniziare la ricerca avanzata.

Attivare scansione approfondita

A questo punto incrociate le dita ed armatevi di pazienza mentre Recuva effettua la scansione del drive. Le tempistiche potrebbero variare in base alla velocità della memoria ed alla quantità di dati da recuperare. Nel mio caso la stima di 15 minuti è stata abbastanza realistica.

Scansione drive

In questa finestra è possibile avere un anteprima dei file recuperati e procere manualmente alla selezione delle immagini da salvare. Personalmente odio questo tipo di interfaccia in quanto è molto scomoda e preferisco passare alla modalità avanzata con l'apposito tasto.

Anteprima

Nella modalità avanzata è possibile impostare dei filtri per i risultati da visualizzare ed avere una visualizzazione delle immagini in dettaglio. Premete la spunta accanto a nome file per selezionare tutte le fotografie e proseguite premendo Recupera.

Modalità avanzata

Selezionate la cartella dove salvare le fotografie recuperate e confermate con OK.

Selezionare cartella destinazione

Attendete il recupero dei file.

Selezionare cartella destinazione

A questo punto avrete recuperato tutto il possibile dalla vostra memoria. Ricordate che le cartelle non saranno conservate dopo questa operazione ed alcune fotografie potrebbero essere visualizzate solo parzialmente, con una parte non visibile o chiaramente rovinata. Se i risultati non vi lasciano soddisfatti è possibile tentare il recupero con ZAR, un programma leggermente più aggessivo spiegato di seguito.

Continua dopo la pubblicità...

ZAR, zero assumption recovery

ZAR, zero assumption recovery è un software a pagamento che, nella versione free, vi permette di recuperare solo le immagini e non altri formati di file. Uno dei problemi che ho riscontrato durante le prove è molto strano: i file RAW sono stati recuperati, ma come file TIF perfettamente funzionanti. Senza motivo apparente era cambiata l'estensione ed il Canon DPP non è stato più in grado di aprirle, mentre Gimp mi permetteva di lavorare tranquillamente.
Per utilizzare ZAR, una volta avviato il programma cliccate il tasto Image Recovery (Free) come da immagine di esempio.

Image Recovery (Free)

A questo punto selezionate il disco da cui effettuare il recupero e proseguite selezionando il tasto Next.

Selezionare il disco

Attendete la scansione del disco, i quadrati si riempiono man mano che avanza la progressione e vi permettono di avere un riscontro dei cluster di sistema (verdi), danneggiati (rossi), contenenti dati (blu) e vuoti (bianchi).

Scansione in corso

Una volta completata la scansione apparirà in automatico una finestra dove potete selezionare le immagini da recuperare. Premendo la spunta sulla cartella ROOT selezionate tutte le immagini, quindi proseguite cliccando il tasto Next.

Selezionare le foto

Selezionate la cartella dove salvare le immagini, quindi proseguite premendo il tasto Start copying the selected files.

Selezionare cartella di destinazione

Attendete pazientemente il completamento dell'operazione.

Selezionare cartella di destinazione

Una volta completato selezionate di aprire la cartella dove salvare le fotografie ed uscite con il tasto Exit.

Selezionare cartella di destinazione

A questo punto mettete la spunta su Open the folder with the recovered files on exit (All'uscita, aprire la cartella con i file recuperati) e premete Exit in basso a destra.

Aprire cartella

A questo punto avrete recuperato tutto il possibile dalla vostra memoria. Ricordate che le cartelle non saranno conservate dopo questa operazione ed alcune fotografie potrebbero essere visualizzate solo parzialmente, con una parte non visibile o chiaramente rovinata come nell'esempio di seguito:

Selezionare cartella di destinazione

Per concludere, se volete cancellare definitivamente i vostri file è consigliabile una formattazione di basso livello, da cui non sono riuscito a recuperare nulla. Nel caso abbiate fotografie o file compromettenti è consigliabile distruggere il supporto, in quanto esistono software per il recupero molto aggressivi in uso alle forze dell'ordine. La leggenda vuole che i più evoluti programmi per il recupero dei dati possano arrivare a recuperare fino a sei cancellazioni e sovrascritture.

L'utilizzo dei tutorial, a scopo non commerciale, è consentito a condizione che venga inserito un link alla homepage di questo sito.