facebook google plus twitter ../../../contattaci

Primo avvio Android 5.0

Guida introduttiva sul primo avvio di un telefono o di un tablet con Android 5.0 Lollipop

Android 5 Questa guida nasce per descrivere i passaggi indispensabili al primo avvio di un telefono o di un tablet con sistema operativo Android 5.0 Lollipop, la guida è stata realizzata utilizzando un Samsung Galaxy S5 (SM-G900). Ogni produttore personalizza le interfacce, cambia la grafica e può aggiungere schermate a sua discrezione, quindi il primo avvio del vostro dispositivo, se è di una marca diversa da Samsung, sarà per forza di cose un po' diverso. Le differenze sono abbastanza trascurabili e vedrete che con un minimo di fantasia non avrete problemi ad effettuare il primo avvio del vostro dispositivo, a patto che abbiate una versione 5.0 di Android installata.

Nota Bene:
Se avete una versione precedente, leggete la guida per il primo avvio di un dispositivo Android 4.X.

Indicazioni preliminari

La prima cosa da fare è caricare la batteria. Collegate il telefono all'alimentatore e lasciatelo in carica per qualche ora prima di utilizzarlo. Approfitto dell'occasione per darvi un piccolo consiglio: evitate di scaricare completamente la batteria, perché le batterie al Litio si rovinano se vengono portate continuamente fino alla scarica completa. È meglio ricaricare una batteria con ancora il 50% di carica residua piuttosto che arrivare a scaricarla completamente. In questo modo le garantirete una vita più lunga. Se volete approfondire l'argomento, vi invito a leggere la guida specifica per ridurre il consumo della batteria.

Una volta che la batteria è carica, prima di accendere il dispositivo, assicuratevi di aver inserito la Sim Card (se presente) all'interno dell'apposito vano ed assicuratevi di avere attivato un profilo per la navigazione internet dal cellulare presso il vostro operatore, in caso contrario vi verrà addebitato un costo di navigazione, che potrebbe essere di qualche euro.
Nel caso sulla linea non sia attiva un offerta dati è consigliabile collegare il telefono ad una rete Wi-Fi (Wireless) in fase di avvio e successivamente disattivare il traffico dati da Impostazioni -> Wireless e rete -> Altre impostazioni -> Reti mobili, togliendo la spunta da traffico dati.

Alcuni apparecchi possono avere la scheda SIM di dimensioni diverse da quella in vostro possesso, in tal caso rivolgetevi al vostro operatore telefonico, al negoziante di fiducia o cercate di tagliarla seguendo alcune guide reperibili online. Personalmente sconsiglio sempre il taglio della SIM, ma nel caso decidiate di effettuare questa operazione è consigliabile scrivere il numero seriale della SIM su un pezzo di carta, per semplificare l'eventuale sostituzione per rottura o le gestioni successive.

Evoluzione delle schede SIM

Primo avvio Android

Una volta effettuate le operazioni preliminari, accendete il dispositivo ed impostate come prima cosa la lingua. Il telefono dovrebbe avviarsi automaticamente in italiano, in caso contrario selezionare l'idioma desiderato toccando il menù a tendina Seleziona lingua. Proseguire premendo Avvio in basso a destra.

Selezione lingua

La seconda schermata permette di selezionare una rete wireless a cui collegarsi. Nel caso abbiate un wifi a casa e sufficiente selezionarlo, quindi inserire la password nella finestra che si aprirà. In caso contrario passare alla schermata successiva. Proseguire premendo Avanti in basso a destra.

Collegarsi ad un wireless

La terza schermata richiede l'autorizzazione ed il consenso per l'EULA ed i dati diagnostici. Selezioniamo di aver compreso ed accettato le condizioni d'uso e specifichiamo il consenso per il trattamento dei dati personali. Proseguiamo premendo Avanti in basso a destra.

Accettare Eula

La quarta schermata nasce per configurare rapidamente il backup da un dispositivo precedente. Se siete interessati fate come descritto, in caso contrario proseguire premendo Ignora in basso a destra ed attendete il caricamento.

Effettuare il rispristino Attendere il caricamento

La quinta schermata è la più importante nel primo avvio di un dispositivo Android. Vi chiede se disponete già di un account Google o di crearne uno nuovo. Se non avete mai sentito nominare il termine account vi consigliamo di leggere la guida in cui spieghiamo cos'è un account ed a cosa serve, se sapete già di cosa si tratta, ma volete capire passo per passo come dovrete procedere, qui trovate una guida approfondita sulla creazione di un Account Gmail.
Nella stesura di questa guida è stato dato per scontato che già possediate un account Google con cui fare l'accesso, in caso contrario il vostro apparecchio vi richiederà una serie di dati per potervi registrare a Google. Per poter effettuare questa operazione è importante avere chiari in mente alcuni punti:
- L'account di Google è molto importante, in seguito potrebbe permettervi di recuperare la vostra rubrica o le applicazioni acquistate. Scrivete in un posto davvero sicuro i dati che andrete ad inserire, magari copiando il foglio e archiviandolo in due posti diversi per maggiore sicurezza.
- Moltissimi utenti usano Gmail ed è davvero difficile trovare un nome utente libero. Sarebbe consigliabile utilizzare una combinazione di parole e numeri, ad esempio nome-soprannome-numero.
- Una buona password vi garantirà la privacy necessaria. Chi fosse in possesso della vostra password potrebbe leggere le vostre mail, guardare le vostre fotografie o vedere dove siete in questo momento. Probabilmente non avete niente da nascondere, ma è consigliabile tutelarsi contro malintenzionati e curiosi. Scegliete una password complessa, poco banale e possibilmente comunicatela a meno persone possibile.

Personalmente consiglio di utilizzare l'account di Google, quindi se già ne possedete uno fate l'accesso indicando la mail dove richiesto o selezionate la voce per creare un nuovo account. Se (come me) già usate gmail, inserite la mail e proseguite premendo Avanti in basso a destra, quindi inserite la password e proseguite ancora.

Accedere Inserire la password

Una volta creato l'account o effettuato l'accesso, Google richiede di accettare le condizioni d'uso premendo il tasto Accetta in basso a destra. Attendete la verifica delle informazioni.

Accettare condizioni uso Attendere

A questo punto vi verrà richiesto di impostare data ed ora. L'impostazione automatica necessita di un collegamento ad internet, l'impostazione manuale può essere effettuata cliccando su imposta data e su imposta ora. Proseguire premendo Avanti in basso a destra. Io consiglio la regolazione manuale perché, molto raramente, la regolazione automatica potrebbe fare cilecca. È un evento raro, ma tanto vale perdere tre secondi.

Inserire data e ora

In questa schermata è possibile selezionare un eventuale backup da ripristinare e selezionare quali applicazioni reinstallare. Se in precedenza utilizzavate un apparecchio Android ed avevate impostato un backup vi verrà proposta la possibilità di configurare il telefono come nuovo o ripristinare il backup aggiornato all'ultima sincronizzazione con internet. La selezione delle App permette di reinstallare tutte o alcune applicazioni tra quelle installate nel telefono precedente. Le tre schermate di seguito vi spiegheranno meglio. Proseguite premendo Avanti in basso a destra.

Inserire data e ora Ripristina o nuovo Seleionare App

Una volta creato l'account o effettuato l'accesso, Google richiede se siete interessati ad utilizzare alcuni servizi. Il Backup di Google permette di salvare alcuni dati del telefono in server remoti, per poterli ripristinare in caso di guasto o passaggio ad altro apparecchio. La prima spunta serve ad abilitare o disabilitare il servizio, la seconda per andare ad attivare la localizzazione di Google. La geolocalizzazione è la possibilità di venire localizzati geograficamente durante l'utilizzo del telefono. Potrebbe risultare molto comoda nel caso siate in vacanza e cerchiate una farmacia (i risultati sarebbero pertinenti alla località in cui siete in quel momento), ma qualcuno preferisce disabilitare il servizio per una questione di privacy.
Le ultime due spunte sono legate al miglioramento dei servizi, la prima utilizza le reti senza fili e mobili per migliorare la localizzazione, mentre la seconda permette di inviare diagnosi di uso a Google per migliorare i servizi. Esprimiamo le nostre preferenze, quindi possiamo proseguire premendo Avanti in basso a destra. È comunque possibile cambiare le impostazioni in un secondo momento.

Utilizzare i servizi

Come ultima schermata vi verrà richiesto di dare un nome al vostro telefono, per poterlo riconoscere durante le connessioni senza fili. Specificate il nome che più vi aggrada, quindi concludete il primo avvio premendo FINE in basso a destra.

Schermata finale

Alla fine di tutta la prima configurazione di Android apparirà la schermata di avvio (launcher), non vi resta che iniziare ad esplorare questo nuovo mondo.

Android avviato

Adesso che avete visto come effettuare il primo avvio di un dispositivo Android, non vi resta che cominciare a prendere confidenza con il vostro nuovo giocattolo. Vi consiglio di leggere tutte le altre guide che abbiamo scritto su Android e vi auguro di divertirvi.

 L'utilizzo dei tutorial, a scopo non commerciale, è consentito a condizione che venga inserito un link alla homepage di questo sito.