facebook google plus twitter ../contattaci

Cos'è un Account? Come ne registro uno

Una semplice guida per capire cos'è un "Account":
Google Gmail (Drive), ID Apple (iCloud) e Windows Account (Outlook e Hotmail).

Il concetto di Account, per chi non lo conosce, potrebbe sembrare qualcosa di difficile da comprendere. In realtà è un concetto molto semplice. Riassumendo possiamo dire che è l'insieme di un Nome Utente (Username) e di una Password. Ma vediamo di analizzare il concetto più dettagliatamente:

Spiegazioni di base:

Ci sono miliardi di persone connesse ad internet e ci sono moltissimi siti che permettono di creare contenuti personalizzati in base ai diversi utenti. Come facciamo però a far capire al sito a cui ci colleghiamo che siamo noi gli effettivi proprietari di questi contenuti?
Per prima cosa è necessario avere un indirizzo email. Gli indirizzi e-mail sono quelli con la @ e sono unici, non ne esistono due uguali in tutto il mondo. Una volta che avrete registrato la vostra e-mail, diventerà impossibile per chiunque altro farne una uguale alla vostra. Per poter essere identificati su internet, quindi, ci si appoggia all'indirizzo e-mail. Per poter avere una mail è necessario registrarsi ad un servizio. Questo significa che dobbiamo dare il nostro nome, cognome, data di nascita e spesso altri dati ad un'azienda che ci fornirà un indirizzo di posta elettronica. Per sicurezza viene chiesto di decidere una password, che in teoria conosce solo la persona che si è registrata, in questo modo diventa difficile a chiunque leggere le mail di qualcun altro perchè, anche se ne conosce l'indirizzo, non ne conosce la password.
Quindi cosa significa registrare un account? Semplice, creando il vostro indirizzo email e scegliendo una password avete appena creato il vostro primo account. Da qui in poi le cose si fanno più semplici. Disponendo già di un indirizzo email, sarà sufficiente indicare quello e scegliere una password per creare tutti gli account che vorrete, senza bisogno di dare ogni volta i vostri dati anagrafici (nome, cognome, ecc..) anche se, a volte, sono comunque necessari. Immaginate, ad esempio, di creare un account su un negozio online, ovviamente sarà necessario conoscere i vostri dati reali, per potervi spedire la merce a casa.

L'importanza delle password:

login e password

Esistono tantissimi diversi servizi su internet, a partire dal sopracitato acquisto nei negozi online, ottimo per chi, come me, abita lontano dalle città e dai suoi negozi. Esistono forum dove discutere dei propri interessi, social network come Facebook dove condividere i nostri pensieri, blog e siti dove scrivere quello che più ci aggrada. Ovviamente, per accedere alla maggior parte dei servizi online, dovrete prima di tutto registrare un account per poter essere identificati. Siamo quasi tutti registrati su decine e decine di siti, dovreste sempre cercare di ricordare i vostri dati di accesso. Sembra strano, ma molte persone a stento ricordano le password che usano, alcuni addirittura non si ricordano nemmeno il loro indirizzo e-mail. In realtà i dati di accesso sono informazioni che vanno prese sul serio. Mi piace paragonarli al mazzo di chiavi che avete in tasca, scommetto che ci state attenti. Il vostro "mazzo delle password" dovrebbe meritare almeno la stessa attenzione, sempre che non siate fra quelli che, per scelta, vogliono aver a che fare con il digitale il meno possibile e non usano l'e-mail ed altri servizi. Quindi attenti alle password sceglietene una che sia difficile da indovinare e quasi impossibile da dimenticare. Usate simboli, parole senza senso, nomignoli, date, quello che volete, ma cercate di inventarvene una sicura.
Ci sono altre due cose che meritano di essere menzionate: Usate più password, almeno tre diverse, in base al servizio a cui vi connettete. Ad esempio una password semplice per le cose meno rilevanti (siti d'intrattenimento, forum, ecc..), una password di media difficoltà per le cose mediamente importanti (videogiochi, indirizzi email secondari, siti con PayPal, ecc..) ed infine una password molto sicura per i servizi importanti con carte di credito in ballo (PayPal, Steam, abbonamenti vari).
La seconda cosa da dire è che le password distinguono le lettere maiuscole e minuscole. Per capirci "PasSwoRd" è diverso da "password". Quindi è buona norma usare qualche lettera maiuscola e qualche simbolo. Un esempio di una password piuttosto sicura è "#Mora,Foto$Novembre83@". Ovviamente quella che uso è completamente diversa.

Il backup “in cloud” dei dati sul vostro account:

Come dicevo poco sopra, esistono migliaia di servizi online che vengono offerti registrando l'account giusto per il vostro prodotto. Esistono tre possibilità: Google Gmail per i prodotti Android, Apple iCloud per iPhone ed iPad ed il Account Microsoft per Windows Phone, ad esempio i Nokia Lumia.
lcd rotto Ma perchè sono così importanti? Il vostro smartphone è capace di fare tantissime cose, oltre a telefonare. È in grado di scaricare migliaia di app, spedire e ricevere e-mail, vi può fare da blocco note, fotocamera, è un perfetto calendario e un orologio preciso.
Ora immaginate di aver riempito il vostro smartphone di numeri di telefono, appuntamenti, appunti di cose importanti, fotografie e filmati. Per qualche motivo il telefono si rompe oppure, peggio ancora, vi viene rubato. Subito penserete:

È un disastro!!!

Non è detto. Ormai da qualche anno gli smartphone sono in grado di fare la copia delle informazioni importanti “in cloud", che tradotto significa “sulla nuvola”. Questo significa che, se lo vorrete, potrete attivare una funzione che permetterà al vostro telefono di sincronizzare tutti i dati che desiderate, tra cui rubrica dei numeri, fotografie o appuntamenti, tramite internet. A questo punto Google, Apple oppure Microsoft (in base alla marca del vostro telefono) conserveranno nei loro computer (server), di solito in America, una copia di sicurezza (backup) dei dati che ci sono all’interno del vostro telefono. Questi dati sono accessibili all’interno del vostro account, una volta inseriti il nome utente e la password.
Ripetiamo il concetto in modo ancora più semplice: Il telefono invia tutti dati che voi deciderete di condividere al produttore, che conserverà nei suoi computer una copia di sicurezza, nel caso voi dobbiate avere qualche guaio con il telefono. In questo modo, se perderete o romperete il vostro smartphone, basterà comprarne un altro dello stesso tipo per riuscire a ritrovare la maggior parte dei propri dati, semplicemente digitando il vostro nome utente e la vostra password. Questa funzione è estremamente comoda se viene usata con criterio, sono però convinto che ci sono alcune persone che condividono involontariamente dati senza nemmeno saperlo. Consiglio a tutti di dare una controllata alle varie impostazioni della privacy dei loro apparecchi, giusto per essere sicuri che non ci siano sorprese.
La copia dei dati in “cloud” è una funzione che preferisco evitare di usare per le fotografie, per motivi di privacy e di quantità di banda e spazio occupato, ma per quasi tutto il resto dei dati è davvero una manna dal cielo. Pensate alla comodità di avere la rubrica dei numeri, tutti gli appuntamenti del calendario, le note di testo e tutti i vari appunti comodamente “in cloud”, sui server della propria azienda preferita, evitando quindi il rischio di perdere tutto in caso di rottura o smarrimento dello Smartphone. Niente male.
Ci sono ovviamente dei rischi riguardo alla privacy, che potete approfondire in questa guida dedicata, ma i vantaggi sono indubbiamente maggiori degli svantaggi, soprattutto se si fa un uso cosciente di quello che viene condiviso e si sceglie una password sicura.

Continua dopo la pubblicità...

Come faccio ad accedere a questi dati?

Generalmente il modo più comodo per visualizzare i dati che condividiamo “in cloud” nel nostro account è accedere al sito web del produttore. In questo modo potete accedere alla rubrica, al calendario, ai file condivisi e potrete leggerli o modificarli da un qualsiasi computer nel mondo. Sarà sufficiente accedere al sito corretto, immettere le proprie credenziali (nome utente e password) per avere accesso ai dati contenuti nel vostro account. Poco più avanti verranno descritti i tre sistemi e le relative pagine d’accesso. Un altro modo per accedere ai dati condivisi in cloud è utilizzando un qualsiasi dispositivo che è nativo di un determinato produttore. Per capirci meglio, nel momento in cui comprate uno smartphone o un tablet ed inserite i dati di accesso, iniziate ad interagire in modo nativo con il vostro account. Che sia un iPhone, un Samsung, un Lumia o qualsiasi altro. Un altro esempio è passare ad un pc con Windows 8.1 ed iniziare ad usare il proprio Account Microsoft, in questo modo il sistema si integra perfettamente con i servizi in cloud. Un altro modo ancora è rivolgersi ad un'applicazione. Prendiamo ad esempio Dropbox oppure Facebook. Anziché accedere dal sito internet, possiamo scaricare l’app sullo smartphone. In questo modo il tutto sarà perfettamente integrato, con tanto di notifiche ed eventuale sincronizzazione tra la rubrica telefonica e quella degli amici di Facebook.

Quali sono i servizi aggiuntivi che offre il mio account?

maps, social and apps Ci sono diversi vantaggi per chi crea un account. Come abbiamo già visto qui sopra il primo dei servizi che vengono offerti è la copia di backup dei dati in cloud. Il secondo servizio aggiuntivo è la possibilità di scaricare le applicazioni. Se il vostro telefono ha una qualsiasi limitazione, di solito, esiste un’applicazione che permette di superare quella limitazione aggiungendo una nuova funziona allo smartphone.
Il terzo servizio è l’accesso ai contenuti multimediali. Nel “mercato delle app” ci sono infatti anche migliaia di altri contenuti, tra cuilibri, film e canzoni. Potete acquistarli con la carta di credito, oppure visualizzare gratuitamente il contenuto, in base alla licenza. Tutti i classici della letteratura di solito si trovano gratuitamente.
Il quarto servizio aggiuntivo dedicato a chi registra un account è legato a tutti i servizi di navigazione satellitare e alle mappe che risultano essere davvero utili in certe situazioni. Sempre relativo alle mappe e davvero rivoluzionaria è la funziona "Trova il mio Smartphone". In pratica si tratta di lasciare il telefono con il segnale GPS acceso, in questo modo posso vedere sul sito in che punto della mappa sta inviando il suo segnale. Perfetto nel caso di smarrimenti, un po' meno nel caso di furti, perché un ladro intelligente sa come non farsi trovare, ma se avete la fortuna di incappare in un ladro stupido, allora diventa nuovamente utilissima. Il quinto servizio è l’accesso alle Web App che non sono altro che programmi che funzionano direttamente dal browser (intendo dire che si usa lo stesso programma con cui di solito navigate su internet). Cito ad esempio Google Docs che è un editor di testi “tipo Word” accessibile come se fosse un normalissimo sito.
Insomma, sicuramente avrete capito che se possedete uno smartphone e non lo avete ancora fatto, è arrivata l’ora di registrare un account ed iniziare ad usare alcuni di questi servizi aggiuntivi.

Google Gmail, ID Apple ed iCloud, Account Microsoft:

Esistono centinaia di servizi online davvero eccellenti: Dropbox, Deviantart, Amazon, Ebay, ecc.. Considerato però l'argomento che trattiamo, andremo ad analizzare solo quelli che attualmente stanno dominando il settore degli smartphone e dei tablet. Le aziende sono tre: Google, Apple e Microsoft.
Qui di seguito andremo ad elencare i principali servizi che offrono. Considerate però che ciascuna azienda ne offre molti altri, come quelli legati alla traduzione dei testi o alla localizzazione dei dispositivi. Quindi una volta che avrete creato il vostro account vi consigliamo di andare ad approfondire tutti i servizi che vengono offerti.

Google Gmail: Android (Samsung, Sony, Motorola, LG, ecc..).
Per poter accedere ai servizi online di Google è necessario un'indirizzo @gmail.com. Abbiamo già scritto una guida specifica per la registrazione di un account Gmail, che potete leggere cliccando qui.
Una volta registrati potrete utilizzare tutti i servizi di Google:
- Play: Il negozio di Google. App, film, libri.
- Maps: Mappe stradali e Navigazione Satellitare.
- Drive: 15Gb di spazio di archiviazione in cloud.
- Gmail: La Posta elettronica migliore sul mercato.
- Youtube: milioni di video in streaming per tutti i gusti.

ID Apple: iPhone, iPad.
Per poter accedere ai servizi online della Apple è necessario un ID Apple. Abbiamo già scritto una guida specifica per la registrazione di un ID Apple, che potete leggere cliccando qui.
Una volta registrati potrete utilizzare tutti i servizi di Apple:
- Apple Store Centinaia di dispositivi, app, film, libri.
- Apple Maps Connect per le mappe e la navigazione.
- iCloud: 5Gb di spazio per rubrica, note e molto altro.
- iCloud: La Posta elettronica mantiene lo stesso nome.

Account Microsoft: Windows Phone, Lumia.
Per poter accedere ai servizi online legati al mondo Windows è necessario un Account Microsoft. Abbiamo già scritto una guida specifica per la registrazione di un Account Microsoft, che potete leggere cliccando qui.
Una volta registrati potrete utilizzare tutti i loro servizi:
- Microsoft Store Prodotti ed apps.
- Microsoft Here per la navigazione satellitare.
- OneDrive: 15Gb di spazio per i dati.
- Outlook ed Hotmail la posta elettronica.

Conclusioni:

In questa guida abbiamo analizzato quali sono i servizi aggiuntivi ed i vantaggi che potete avere creando un account del produttore del vostro dispositivo. Se avete avuto delle difficoltà a capire la differenza fra i tre sistemi vi consigliamo di leggere la nostra guida introduttiva al mondo degli smartphone, in cui vengono descritti in maniera semplice i tre sistemi operativi e le loro caratteristiche.

 L'utilizzo dei tutorial, a scopo non commerciale, è consentito a condizione che venga inserito un link alla homepage di questo sito.