facebook google plus twitter ../contattaci

Localizzare un telefono smarrito

Guida su come trovare un telefono perso se utilizzate un dispositivo Android, Apple o Windows Phone.

Nota Bene:
Spero che non siate arrivati a questa pagina per un incidente, ma per curiosità. Nel caso abbiate perso il vostro telefono mi dispiace, ma come premessa fondamentale voglio dirvi che la localizzazione dei dispositivi mobili in caso di smarrimento non sempre è possibile.

Di seguito trovere il link ai quattro principali sistemi operativi mobili di cui è possibile trovare la posizione. Se avete disattivato le funzioni localizzazione potreste ricevere un messaggio di errore, incrociate le dita. Nel caso abbiate telefoni con sistemi operativi non elencati di seguito potrebbe non essere possibile localizzarli. Oltre che stabilire la posizione è possibile bloccare l'apparecchio, farlo squillare, scrivere un messaggio sul display o cancellare i dati contenuti all'interno. Le diverse opzioni saranno trattate dettagliatamente per ogni sistema.

Esistono due tipi di incidente, quello dove un telefono viene smarrito e quello dove un telefono viene rubato. Nel caso di telefono smarrito bisogna muoversi con rapidità, prima che la batteria si esaurisca o venga trovato da malintenzionati. Nel caso di un telefono rubato bisogna considerare che chi scippa un telefono probabilmente lo spegnerà e toglierà la SIM, rendendo impossibile il rintracciamento. Detto questo vediamo quali sono le diverse soluzioni da attuare:

Telefono perso

Come prima cosa provate a telefonarvi, con un po' di fortuna lo sentirete suonare o potrebbe rispondervi una persona onesta ed interessata a restituirvelo. nel caso di mancata risposta avrete almeno verificato che il telefono sia ancora acceso (condizione indispensabile per localizzare l'apparecchio tramite trova il mio iPhone o Google Device Manager). A questo punto non procedete immediatamente a bloccare la scheda, ma trovate un nel più breve tempo possibile un PC collegato ad internet, un tablet o il telefono di un vostro amico per poter procedere alla localizzazione tramite gli strumenti dei vari produttori. Evitate di rivolgervi ai carabinieri senza la certezza di aver subito un furto e cercate di non andare da soli a caccia del ladro, per non trovarvi in situazioni potenzialmente pericolose.

Continua dopo la pubblicità...

Localizzare un iPhone

Lo strumento per trovare i dispositivi Apple è chiamato Trova il mio iPhone e può essere utilizzato su iPhone, iPad, iPod touch o Mac. Per attivarlo è sufficiente accettarne l'utilizzo durante il primo avvio del dispositivo o andare nelle impostazioni di iCloud direttamente dal nostro iPhone. Innanzitutto accertatevi che sia attiva la condivisione della posizione dalla scheda Impostazioni - Privacy - Localizzazione come dall'immagine che segue. Nel mio caso è stata presa da un iPad, ma è uguale.

Attivare posizione

Dopodichè verificate sulle impostazioni di iCloud che Trova il mio iPhone sia attivo da Impostazioni - iCloud - Trova il mio iPhone.

attivare trova il mio iPhone

Una volta accertato che tutte le funzioni siano attive non vi resta che andare da un PC all'indirizzo https://www.icloud.com ed accedere con i dati che avete utilizzato per la registrazione Apple, ovvero l'indirizzo mail e la password che utilizzate per scaricare le applicazioni. Consiglio di fare un accesso di sicurezza anche se il telefono non lo avete smarrito, in quanto potrete verificare l'effettivo funzionamento in caso ve ne fosse successivamente bisogno.

attivare trova il mio iPhone

Una volta effettuato l'accesso cliccate su Trova il mio iPhone tra le varie icone disponibili.

cliccare trova il mio iPhone

Una volta aperta la mappa, è possibile selezionare dalla scheda in alto al centro Tutti i dispositivi l'apparecchio se ce ne sono diversi registrati sullo stesso account Apple. Sulla mappa compare un punto verde sull'esatta posizione del disperso.

Posizione sulla mappa

Oltre alla localizzazione è possibile anche accedere ad una serie di funzioni aggiuntive, utili in caso di smarrimento. La prima è la possibilità di far emettere un suono allo scopo di rendere più veloce l'individuazione. La seconda è la possibilità di cancellare a distanza tutti i dati che potrebbero finire in mano a dei malintenzionati, inizializzando il dispositivo. Ultima, ma non meno importante, la modalità smarrito dove è possibile impostare un messaggio sulla schermata di blocco, con un numero dove poter essere contattati senza accedere alle informazioni personali (anche dopo il reset) e tenere traccia di dove il telefono sia stato nelle ultime 24 ore.

Funzioni blocco aggiuntive apple

Trova il mio iPhone ti permette di localizzare i dispositivi iOS solo quando questi ultimi sono accesi, collegati a una rete WiFi registrata o con un profilo dati attivo. iCloud richiede iOS 5 o successivo su iPhone 3Gs e successivi, iPad o iPad mini. Alcune funzioni richiedono iOS 8 ed una connessione WiFi. Alcune funzioni non sono disponibili in tutti i Paesi. L’accesso ad alcuni servizi è consentito ad un massimo di 10 dispositivi.

Continua dopo la pubblicità...

Localizzare un Android

Lo strumento per trovare i dispositivi Android è chiamato Gestione dispositivi Android e può essere utilizzato su Smartphone e Tablet. Per attivarlo è sufficiente accedere alle impostazioni di Google dal menu del vostro apparecchio, quindi cliccare su geolocalizzazione ed attivare l'interruttore relativo alla posizione, come dall'immagine di esempio che segue.

Attivare geolocalizzazione

Una volta accertato che tutte la localizzazione sia attiva non vi resta che andare da un PC all'indirizzo https://www.google.com/android/devicemanager ed accedere con i dati che avete utilizzato per la registrazione Google, ovvero l'indirizzo gmail e la password che utilizzate per accedere a Gmail ed al Play Store. Consiglio di fare un accesso di sicurezza anche se il telefono non lo avete smarrito, in quanto potrete verificare l'effettivo funzionamento in caso ve ne fosse successivamente bisogno.

Fare accesso Google

Una volta effettuato l'accesso cliccate sulla piccola freccia accanto al nome del dispositivo per selezionarne uno diverso, nel caso ce ne siano due o più registrati sullo stesso account Google. Sulla mappa compare un rosso sull'esatta posizione del disperso. In caso di mancata segnalazione, premete il tasto di posizione in alto a destra (di fianco alla matita).

Posizione su maps

Oltre alla localizzazione è possibile anche accedere ad una serie di funzioni aggiuntive, utili in caso di smarrimento. La prima è la possibilità di far squillare il dispositivo a tutto volume per cinque minuti (anche se è in modalità silenziosa o vibrazione) allo scopo di rendere più veloce l'individuazione. La seconda è la possibilità di bloccare il dispositivo con una nuova password per bloccare i malintenzionati e far comparire un messaggio a schermo. La terza possibilità è la cancellazione, che consente di eliminare definitivamente tutti i dati.

Funzioni blocco aggiuntive google

Se il tuo telefono è offline, Gestione dispositivi Android non potrà farlo squillare, bloccarlo o cancellarne i dati finché non sarà disponibile una connessione WiFi o dati mobili. Se tenti di effettuare una delle opzioni citate in precedenza, l'azione verrà eseguita non appena il dispositivo sarà di nuovo online. Gestione dispositivi non funziona per i dispositivi spenti ed i dispositivi che sono nascosti su Google Play.

Continua dopo la pubblicità...

Localizzare un Windows Phone

Lo strumento per trovare i dispositivi Microsoft è chiamato Trova il mio telefono e può essere utilizzato su qualsiasi smartphone Windows Phone. Per attivarlo è sufficiente accedere alle impostazioni dal menu del vostro apparecchio, quindi cliccare su trova il mio telefono e configurarlo come richiesto dall'applicazione.

Trova il mio telefono

Una volta accertato che tutte le funzioni siano attive non vi resta che andare da un PC all'indirizzo http://www.windowsphone.com ed accedere cliccando su Esplora (il mio telefono) quindi su Accedi

Trova il mio telefono

Accedete con i dati che avete utilizzato per la registrazione Microsoft, ovvero l'indirizzo mail e la password che utilizzate per scaricare le applicazioni. Consiglio di fare un accesso di sicurezza anche se il telefono non lo avete smarrito, in quanto potrete verificare l'effettivo funzionamento in caso ve ne fosse successivamente bisogno.

Fare accesso a windows phone

Una volta effettuato l'accesso cliccate su Andrea (Windows Phone), quindi su Trova il mio telefono. Ovviamente Andrea sarà sostituito dal nome con cui avete effettuato la registrazione.

Accedere con account microsoft

Una volta aperta la mappa, è possibile identificare a sinistra il modello dello smartphone, nell'immagine d'esempio Windows Phone - Nokia Lumia 1020. Al centro possiamo vedere la posizione del telefono testuale e la data dell'ultimo aggiornamento. A destra possiamo effettuare delle operazioni aggiuntive. La prima è la possibilità di far squillare il telefono allo scopo di rendere più veloce l'individuazione (anche se il volume è azzerato o se è in vibrazione). La seconda è la possibilità di bloccare l'apparecchio ed impostare una password con un messaggio testuale (numero o mail dove essere contattati). La terza è la possibilità di cancellare i dati contenuti nel telefono in maniera irreversibile.

Gestione dell'apparecchio

Microsoft può salvare i dettagli della posizione del tuo telefono a intervalli di poche ore. Se il telefono è fuori campo o la batteria si scarica, è sempre possibile mostrare l'ultima posizione conosciuta del telefono in una mappa.

Continua dopo la pubblicità...

Localizzare un BlackBerry

Lo strumento per trovare i dispositivi BlackBerry è chiamato BlackBerry Protect e può essere utilizzato su qualsiasi smartphone BlackBerry. Per attivarlo è sufficiente accedere alle impostazioni dal menu del vostro apparecchio, quindi cliccare su BlackBerry Protect ed accenderlo come nell'immagine di esempio.

Attivare BlackBerry Protect

Una volta accertato che la funzione sia attiva non vi resta che andare da un PC all'indirizzo http://protect.blackberry.com ed entrare inserendo le credenziali, quindi cliccando su Accedi.

Attivare BlackBerry Protect

Purtroppo non avendo accesso ad un dispositivo Blackberry ho dovuto utilizzare gli strumenti di assistenza del sito ufficiale, tutte le immagini di questa guida sono tratte dal video in inglese Blackberry Protect Demo.

Demo BlackBerry Protect

Sul sito Web di BlackBerry Protect, è possibile visualizzare la posizione corrente del dispositivo su una mappa, farlo squillare (anche se è attiva la modalità Silenzioso) o visualizzare un messaggio personalizzato sul dispositivo bloccato con le istruzioni per contattare il proprietario. Se il dispositivo è stato rubato, è possibile bloccarlo a distanza, modificarne la password o eliminare tutti i dati in esso contenuti.

Considerazioni finali

Nota Bene: Questa parte è stata lasciata in conclusione di articolo per non rallentare un tentativo di recupero di un telefono smarrito. Comprende alcune speculazioni ed alcuni consigli pratici su come comportarsi in caso di furto o lo perdita di un dispositivo.

Molti anni fa era buona norma impostare un codice PIN al nostro telefono, per evitare che in caso di smarrimento un malintenzionato potesse chiamare a raffica e farci arrivare a casa bollette astronomiche. Con l'evoluzione del settore mobile il problema non si è più posto, ma sempre più spesso ci dimentichiamo di tutte le informazioni importanti che sono all'interno dei nostri telefoni.
Il primo consiglio che posso darvi è quindi quello di impostare un codice di sblocco per evitare che qualcuno possa avere accesso alle nostre mail, foto o dati bancari. In secondo luogo vi sconsiglio di mettervi nelle condizioni di istigare il furto, ovvero non lasciare il cellulare incustodito sul tavolo del bar. Il posto più sicuro (ed educato) dove tenere il telefono è in tasca.
Se non imposterai il tuo telefono prima di smarrirlo o che ti sia rubato, non ci sarà modo di localizzarlo o eliminarne i contenuti. Esegui un BACKUP del cellulare o almeno della rubrica, se possibile in cloud in modo che sia sempre aggiornato.
In caso di furto non fate gli eroi. La cosa più saggia da fare è recarsi dai carabinieri, denunciare il fatto e sperare che il caso si risolva. NON cercare di recuperarlo da solo, potresti finire nei guai.
Scrivi i dettagli di contatto nella schermata principale del tuo telefono. In questo modo puoi aiutare una persona onesta che vuole riconsegnarti il telefono. Non scrivere il tuo indirizzo di casa, inserisci solo informazioni generiche come una mail o un telefono di un amico o parente. Ricordatevi inoltre di rivolgervi nelle sedi preposte a recuperare oggetti smarriti, come l'ufficio comunale di competenza o la caserma di polizia.

Gli operatori telefonici permettono di bloccare il seriale (IMEI) del telefono in rete, in modo di rendere l'apparecchio inutilizzabile. Purtroppo questo sistema non è infallibile e non previene dal furto per pezzi di ricambio, ma è comunque una piccola soddisfazione. Recatevi in un negozio fisico del vostro operatore telefonico per maggiorni consigli. Personalmente sconsiglio di bloccare l'IMEI in caso di denuncia alla polizia, in quanto potreste ostacolare le indagini. Se non trovate il codice IMEI del telefono, è scritto sulla scatola.
Alcuni siti offrono inoltre la possibilità di consultare un database di IMEI che risultano rubati o persi. Difficilmente si otterrà un risultato, ma vale la pena provare. Il sito più qualificato che ho trovato sembra essere www.imeidetective.com

Come ultimo consiglio vi vorrei far riflettere che la localizzazione del telefono potrebbe essere utilizzata da genitori troppo apprensivi o compagni troppo gelosi per sapere il qualsiasi momento la vostra posizione. Cercate di impostare una password sicura e non comunicatela a chi volete che resti fuori dai vostri affari. Purtroppo gli strumenti di controllo, a volte, potrebbero rivolgersi contro di noi.

 L'utilizzo dei tutorial, a scopo non commerciale, è consentito a condizione che venga inserito un link alla homepage di questo sito.