facebook google plus twitter ../contattaci

Guida: Aumentare la nitidezza con Gimp

Migliorare la nitidezza di una foto utilizzando Gimp, la maschera di contrasto o l'Hi-Pass.

Le fotografie poco nitide possono essere causa di forti frustrazioni. L'utilizzo di un obiettivo economico, il diaframma troppo aperto o il micromosso causato dai movimenti del fotografo possono dare alle nostre immagini risultati davvero scadenti. Per ovviare a questo fastidioso inconveniente Gimp ci viene in aiuto con l'utilizzo di due diversi filtri, la maschera di contrasto e l'hi-pass.

Prendiamo ad esempio questa fotografia che ho scattato in autunno. Il sole che tramonta dietro la montagna ed il gioco di luce creato dall'ombra sul prato mi piacevano molto. Ho fissato la fotocamera al cavalletto ed ho scattato con un diaframma chiuso per avere la maggior profondità di campo possibile. L'anteprima dal display della fotocamera mi sembrava discreto e la messa a fuoco era perfetta, ma a causa del vento forte, i tempi di scatto relativamente lunghi ed un obiettivo non proprio eccezionale mi sono trovato con una fotografia poco nitida. Avrei potuto risolvere facendo la foto il giorno dopo, ma una nevicata improvvisa mi ha rovinato l'ambientazione. Andiamo a vedere l'immagine, con il relativo crop al 100%.
La resa è davvero disastrosa, non posso sicuramente stampare un poster, ma per vederla a 700 pixel su questo sito si può migliorare parecchio.

Immagine poco nitida e relativo crop.

La maschera di contrasto

Iniziamo con la maschera di contrasto, la soluzione più veloce e ideale per chi non vuole complicarsi troppo la vita. Apriamo da Gimp Filtri - Miglioramento - Maschera di constrasto ed impostiamo come spiegato di seguito.

Impostare il filtro maschera di contrasto.

La maschera di contrasto, se correttamente configurata, ha lo scopo di rafforzare i bordi degli elementi dell'immagine senza evidenziare il disturbo o le imperfezioni. Il parametro Raggio deve essere RIDOTTO con fotografie in BASSA risoluzione, l'Ammontare stabilisce di quando il contrasto deve essere aumentato ed la Soglia si può ridurre per addolcire il risultato. Non esistono parametri standard, personalmente cerco di non esagerare per avere immagini naturali.

Prima e dopo.

Ovviamente ci sono anche dei lati negativi nell'utilizzo di questo filtro, il risultato potrebbe apparire poco realistico e l'eventuale rumore digitale (o la compressione) vengono fortemente enfatizzati. Bisogna saper dosare i cursori con moderazione ed osservare l'immagine nel suo insieme. A volte, per ridurre leggermente, potrebbe essere consigliabile anche l'incollaggio del livello contrastato con un'opacità del 50% sopra a quello originale.

Continua dopo la pubblicità...

Il filtro Hi-Pass

Il filto hi-Pass è più macchinoso da realizzare, ma porta a risultati più controllati e migliori per correggere i piccoli difetti di messa a fuoco. Per realizzare l'hi-pass duplichiamo due volte il livello sfondo cliccando con il tasto destro - duplica livello e selezioniamo Sfondo - copia#1.

Duplicare due volte lo sfondo.

Applichiamo una sfocatura Gaussiana con un valore di 5/10 pixel da Filtri - Sfocatura - Gassiana e confermiamo con il tasto OK.

Applicare sfocatura gaussiana.

Invertiamo i colori del livello appena creato da Colori - Inverti.

Invertire i colori.

Incolliamo il livello appena creato su Sfondo - Copia in modalità Normale con un opacità del 50%, l'immagine dovrebbe apparire quasi grigia.

Fondere in modalità normale.

Il livello appena creato è l'Hi-Pass, che andremo ad incollare in modalità luce forte sul livello Sfondo della nostra fotografia, variando l'opacità in base ai risultati che vogliamo ottenere. Potrebbe essere una buona abitudine, per evitare di enfatizzare troppo il rumore, passare con G'Mic il livello grigio appena creato prima di incollarlo. Per la guida su G'Mic, clicca qui.

Fondere in modalità luce forte.

Ovviamente nessuno dei due strumenti appena presentati è in grado di fare i miracoli, fotografie davvero molto fuori fuoco, scattare con un cellulare e con un fortissimo rumore digitale difficilmente possono essere recuperate. Questa guida ha lo scopo di aiutare nel migliorare un'immagine, ma l'attenzione del fotografo ad impostare correttamente la macchina fotografica permette di dover sfruttare il meno possibile questi trucchetti. Di seguito l'immagine definitiva, dopo aver applicato le curve, un leggero filtro GND, una correzione della saturazione e l'aumento della nitidezza.

Fotografia finita.

Se questa guida ti è piaciuta, forse potrebbe interessarti anche Come simulare i filtri GND per ottenere il massimo dagli scatti panoramici.

L'utilizzo dei tutorial, a scopo non commerciale, è consentito a condizione che venga inserito un link alla homepage di questo sito.