facebook google plus twitter ../contattaci

Guida: le curve con Gimp

Tutorial per imparare a capire ed usare al meglio le curve di Gimp.

La correzione delle curve è uno degli argomenti meno intuitivi (ma più importanti) per quanto riguarda il perfezionamento di una fotografia con Gimp. Abbiamo affrontato precedentemente in diversi tutorial la regolazione del contrasto e la correzione mediante i livelli.

Prima e dopo la correzione delle curve.

Le curve di Gimp ci permettono di sistemare tutti questi parametri meglio e con un solo passaggio. Lo strumento è potente, ma deve essere utilizzato con un minimo di consapevolezza per avere risultati ottimali. Vi consiglio di ripassare la guida sull'istogramma che vi servirà per capire meglio come muovervi. Apriamo lo strumento curve da Colori - Curve e cerchiamo di familiarizzare un po'.

Strumento curve di Gimp.

Una volta aperta, la curva dell'immagine appare come una retta che taglia in diagonale un istogramma della nostra fotografia. Come potete notare ho aggiunto in rosso delle scritte allo scopo di chiarire le funzioni delle varie parti della retta. In basso a sinistra abbiamo le ombre, in alto a destra le luci ed al centro i mezzi toni.
Iniziamo con l'aumento del contrasto, per modificare la linea delle curve è sufficente cliccare con il mouse sul punto in cui volete farla arrivare. Consiglio, se necessario, di intervenire accorciando la retta sulla parte chiara (a destra) e su quella scura (a sinistra). Modificando in questo modo la linea abbiamo eliminato gli estremi dall'istogramma ed aumentando il contrasto della fotografia, con il rischio però di perdere alcune informazioni se l'istogramma arrivasse al limite destro o sinistro.

Aumento del contrasto.

Nel caso l'istogramma fosse già corretto (senza punti bianchi a destra e sinistra) procediamo semplicemente aprendo Colori - Curve per sistemare il contrasto senza la perdita delle informazioni di colore.

Curva ad S.

Qui vi prego un attimo di attenzione in quanto il passaggio è importante. Per l'aumento delle ombre abbiamo abbassato un po' la linea nella zona delle ombre in quanto (come potete notare nella barra sfumata a lato della finestra della curva, evidenziata di rosso ed indicata dalla freccia) l'abbassarsi della linea determina uno scurimento. Per schiarire la zona delle alte luci abbiamo proceduto al contrario, alzando la curva facendo assumere alla linea una forma simile ad una S morbida. Per scurire leggermente i mezzi toni abbiamo nuovamente abbassato la linea al centro. La procedura spiegata sopra in due fasi (aumento contrasto e luci/ombre) può essere effettuata con un solo passaggio.

Curva ad S con aumento del contrasto.
Continua dopo la pubblicità...

Vediamo quindi come le curve ci possono venire in aiuto nelle diverse situazioni in cui potrete imbattervi:

Esempio 1: Fotografia poco contrastata.
Questo tipo di immagini sono un classico delle giornate nuvolose, nebbiose o "fumose". La foto dell'esempio rientra in due delle caratteristiche analizzate: era infatti una giornata nuvolosa. La macchina aveva inoltre sollevato un bel polverone che, non essendosi ancora depositato, rende la fotografia piuttosto scialba.

Curva standard, aumento del contrasto.

Come potete notare l'istogramma si trova concentrato al centro. Procediamo quindi tagliando la parte iniziale e finale della curva, in modo da aumentare il contrasto. Per meglio enfatizzare, impostiamo la curva con la sua "classica forma a S".
In questo modo abbiamo abbassato la zona relativa alle ombre, lasciato invariati i mezzitoni ed alzato la zona delle alte luci.
Questo è quindi il modo più tradizionale di regolare la curva, ovviamente l'ampiezza delle pance della curva dipende molto dalla foto e, ovviamente, dal vostro gusto estetico. Io non ho voluto esagerare.

Esempio 2: Altro contrasto, le zone scure devono essere schiarite.
In questo caso la zona in ombra era eccessivamente scura. Ho quindi proceduto creando un punto intermefio sui mezzitoni, im modo da non modificare le zone medie e luminose, ma intervenire soltanto sulle zone scure, schiarendole.

Le curve di Gimp per schiarire le zone scure.

Ovviamente la foto risultante non è esattamente un capolavoro, ma da qui in poi sarà possibile lavorare sul contrasto senza trovarci la parte bassa completamente nera. La parte che soffre maggiormente è il campanile. Ovviamente sarebbe stato possibile effettuare una selezione per lavorare su una sola parte dell'immagine, ma non era il nostro scopo parlarne in questa guida.

Esempio 3: Scurire le zone troppo chiare e ridurre il contrasto.
In questo terzo ed ultimo esempio, vedremo come è possibile intervenire sulle curve per rendere più scure le parti troppo chiare. Ormai dovreste aver capito come dovreste procecedere, vediamo comunque la foto di esempio:

Le curve di gimp per ridurre il contrasto.

È stato creato un punto al centro per evitare di interferire con le zone scure, dopodichè è stata abbassata la parte destra, in modo da rendere meno luminoso lo sfondo. Per meglio equilibrare la fotografia è stata leggermente alzata la parte delle basse luci, per ridurre il contrasto. Vi faccio notare che il risultato è simile a quello che avreste ottenuto in una giornata nuvolosa (a parte che per le ombre). Questo ritocco è l'esatto opposto del primo che abbiamo visto.

Se questa guida ti è piaciuta, forse potrebbe interessarti anche l' effetto Cross Processing o la lomografia, per utilizzare le curve colore in modo artistico.

L'utilizzo dei tutorial, a scopo non commerciale, è consentito a condizione che venga inserito un link alla homepage di questo sito.