facebook google plus twitter ../contattaci

Guida: Migliorare la pelle con il cerotto di Gimp

Tutorial per eliminare i brufoli con lo strumento cerotto di Gimp.

La pelle umana non è bella liscia come potrebbe apparire in molte fotografie di moda. Osservando con attenzione un primo piano amatoriale noteremo la presenza di nei, cicatrici, pori, punti neri e piccoli brufoli che vengono ulteriormente enfatizzati da una forte luce laterale.

Icone timbro e cerotto Gimp.

Un fotografo professionista utilizza una serie di strumenti per evitare questo inconveniente tra cui luci soffuse, pannelli riflettenti, cosmetici ed una buona dose di fotoritocco. Per cosmetici e luci vi lascio a fonti più affidabili, ma per il fotoritocco possiamo utilizzare lo strumento timbro/clona e lo strumento cerotto di Gimp. Per chi non avesse mai utilizzato i suddetti strumenti, vi consiglio di leggere prima la guida sullo strumento timbro visto che in questa sede non verranno trattate le basi, ma l'applicazione specifica per la pulizia facciale. Per capire la differenza fondamentale tra cerotto e timbro utilizzerò un'immagine tratta dal sito della guida ufficiale di Gimp.
La sorgente di copia è posizionata al centro, sull'intersezione dei quattro rettangoli colorati. Sul rettangolo rosso a sinistra lo strumento clona crea una copia esatta della porzione, mentre a destra il cerotto effettua una sfocatura selettiva per avere una sovrapposizione meno marcata. Per scriverlo con parole semplici, l'intervento è più morbido.

Comparazione strumento timbro e strumento cerotto.

Ovviamente il cerotto non rimpiazza lo strumento clona ed in questa guida verranno utilizzati entrambi, in base alla zona da lavorare. Vediamo ora come mettere in pratica quello che per ora è stato affrontato solo in teoria. L'immagine di partenza è la mia fronte in cui si possono chiaramente vedere i classici difetti, di cui i più evidenti segnati con una freccina.

Difetti della pelle.

Impostiamo il timbro con un pennello sfumato e la dimensione proporzionata all'immagine. Posizionando con il CTRL premuto in un punto con il colore uguale a quello che andremo ad eliminare, clicchiamo il brufolo e neutralizziamolo.

Utilizzo dello strumento timbro.
Continua dopo la pubblicità...

Procediamo alla stessa maniera per tutti difetti che vogliamo eliminare, utilizzando il cerotto nei punti dove l'intervento deve essere meno aggressivo e utilizzando un'opacita di 20/30 punti per nascondere solo parzialmente alcune imperfezioni. Potrebbe essere infatti interessante ridurre alcuni difetti anzichè eliminarli completamente. Una volta completata l'operazione, il risultato dovrebbe apparire simile a questo.

Risultato ripulito.

Ovviamente, essendo un particolare così zoomato, si notano piccole imperfezioni nella lavorazione, ma in una fotografia di ritratto la fronte è un dettagli relativamente piccolo e passeranno assolutamente inosservate. Proseguite nelle varie zone visibili quali mani etc.

Prima di concludere mi sembrano d'obbligo un paio di considerazioni personali:
- Esagerare con il fotoritocco trasformerà il soggetto in una bambola priva di espressione, fate attenzione.
- Alcuni nei o cicatrici identificano una persona, eliminarle arbitrariamente non è sempre consigliabile.
- Parlate con il soggetto per capire che difetti vorrebbe eliminare e quali preferisce conservare.
- Cercate di limitare l'intervento a piccole zone circoscritte.

A dimostrazione del fatto che a volte i difetti della pelle sono indispensabili per identificare una persona e non possono essere eliminati, vi lascio con un soggetto a cui qualunque intervento con il cerotto sarebbe assolutamente superfluo... Machete!

Machete come esempio di brutta pelle.

Se questa guida ti è piaciuta, forse potrebbe interessarti anche come sbiancare i denti con gimp oppure l'effetto Flou, per ammorbidire ulteriormente una fotografia femminile.

L'utilizzo dei tutorial, a scopo non commerciale, è consentito a condizione che venga inserito un link alla homepage di questo sito.