facebook google plus twitter ../contattaci

Guida: Simulare flash di riempimento con Gimp

Utilizzare il pennello luce per schiarire le ombre di una fotografia.

Il flash di riempimento (o flash di schiarita) è una tecnica fotografica che consiste nell'utilizzare un flash fotografico allo scopo di ridurre il contrasto in fotografie con luce solare diretta oppure con un soggetto posto in controluce. Simulare questo effetto con Gimp è piuttosto semplice grazie al pennello luce. Prima di procedere con il tutorial, cerchiamo però di capire quando questo effetto deve essere utilizzato e quali risultati si dovrebbe cercare di ottenere.

Simulare flash schiarita.

Quando scattiamo con la luce solare diretta la differenza tra zone chiare e zone scure potrebbe essere molto marcata. Per evitare questo problema si potrebbe ricorrere a tre diverse soluzioni:

- Un flash puntato sulla zona in ombra.
- Un pannello riflettente puntato sulla zona in ombra.
- L'utilizzo del pennello luce e del fotoritocco.

Lo scopo di queste tre soluzioni è di ridurre il contrasto, ovvero schiarire le zone che a causa della forte luce solare diventano troppo scure o semplicemente alleggerire le ombre. Per capire bene come funziona ci serve una foto scattata con un vero flash. Qui di seguito potete vedere una foto presa senza particolari motivi su Google, scattata con un vero flash, il risultato è molto interessante. fonte: www.fotografidigitali.it

Con e senza flash di riempimento.

Ovviamente, tra tutte le soluzioni precedentemente proposte, l'utilizzo di Gimp è quello che porta ad un risultato peggiore. Un flash di schiarita o un pannello riflettente (che potrebbe essere anche un foglio di carta) creano una luce morbida e correttamente direzionata, ma in certe situazioni le soluzioni precedentemente descritte non sono attuabili e bisogna trovare una soluzione diversa.

L'altro giorno ero a casa di un'amica che voleva due foto al suo cane. Il cielo era senza una nuvola, il sole allo zenith, il cane saltava instancabile da tutte le parti, il flash era scarico, il tempo poco e l'unico sfondo decente mi obbligava ad una forte luce trasversale. Date le premesse sarebbe stato meglio rinunciare, ma visto che si trattava di due foto senza impegno da mettere su Facebook ho cercato di fare il possibile. Armato di santa pazienza e memory card vuota, tra i vari scatti ho deciso di salvare questo:

Foto in luce dura.
Continua dopo la pubblicità...

La luce dura ha nascosto molti dettagli del muso, ma grazie ad una corretta esposizione le zone nere sono ancora visibili e permettono di essere schiarite e recuperate. Impostiamo da Gimp un pennello luce con le caratteristiche di seguito descritte:

impostare il pennello luce.

Il colore bianco è indispensabile per poter schiarire le ombre (verrebbe impostato sul nero per accentuarle), l'opacità e la scala possono essere impostate in base alle necessità. Una volta impostato correttamente clicchiamo su un punto da schiarire e, TENENDO CLICCATO, passiamo tutta la zona in ombra.
In base al tipo di scatto possono essere necessari più passaggi su un punto particolarmente scuro, ma in questo caso è meglio impostare un'opacità più bassa ed effettuare più pennellate. Quando il risultato appare soddisfacente, date una passata agli eventuali occhi (ne aumenterete la profondità) e salvate. L'esempio di seguito è stato realizzato in verde per chiarire il tipo di intervento da fare.

Dopo aver schiarito le ombre.

Il risultato non è paragonabile ad un flash correttamente posizionato, ma il miglioramento è abbastanza marcato. Di seguito l'immagine prima e dopo.

Simulare flash schiarita.

Se questa guida ti è piaciuta, forse ti potrebbe interessare anche il tutorial di Gimp per l'effetto dragan con cui utilizzare ancora i pennelli luce, oppure come migliorare gli occhi per le fotografie di ritratto.

L'utilizzo dei tutorial, a scopo non commerciale, è consentito a condizione che venga inserito un link alla homepage di questo sito.