Preparazione dello zaino e procedure pre-scatto

Una lista di cose da fare e sapere prima di una giornata fotografica. Preparazione dello zaino ed operazioni pre-scatto.

Questa è una guida sulle operazioni da svolgere prima di uscire per una sessione fotografica, che comprendono i controlli sulla fotocamera e la preparazione dello zaino fotografico. Questa guida probabilmente è stata scritta grazie a mio padre, che è sempre stato molto metodico ed ordinato, al contrario del sottoscritto. Ogni volta che và al mare consulta la sua lista di cose da portare, integrata nel corso dei decenni, trascritta in excel e contente tutto (ma proprio tutto) quello che potrebbe servire per una vacanza senza sorprese. L'ho sempre preso in giro per questa abitudine, ma dopo che puntualmente dimenticavo qualcosa, me ne sono fatta dare una copia e la mia organizzazione è drasticamente migliorata.

Zaino fotografico pronto.

Ho deciso di scrivere questo piccolo articolo per tutti i fotografi distratti, che puntualmente si dimenticano a casa qualche ammenicolo. Ovviamente, se sei un professionista o hai anni di esperienza fotografica, puoi passare ad altro ed eventualmente inviarmi una mail con la tua lista, per poter integrare l'articolo.

SCARICA IL PDF DELLO ZAINO PERFETTO

Continua dopo la pubblicità...

PREPARAZIONE, IL GIORNO PRIMA DI UN USCITA FOTOGRAFICA:
- Verificare la carica della batteria ed eventualmente, caricarla.
- Verificare lo stato della memory card ed eventualmente, svuotarla.
- Verificare le batterie del flash, se esterno.
- Stabilire gli obbiettivi da portare e pulirli.
- Fare uno scatto di prova prima di mettere la fotocamera nello zaino.

Dopo queste cinque operazioni di base, passiamo alla giornata fotografica. Controlla che nel tuo zaino fotografico siano presenti tutti i materiali in lista, per evitare brutte sorprese. Ovviamente la lista è relativamente utile se uscite a fare due foto sotto casa.

MATERIALE INDISPENSABILE NELLO ZAINO FOTOGRAFICO:
1 - Fotocamera, compreso eventuale secondo corpo.
2 - Obbiettivi selezionati precedentemente, con tappi.
3 - Paraluce, uno per ogni obbiettivo.
4 - Memory card in abbondanza.
5 - Flash, esposimetro, filtri, diffusori.
6 - Batteria di scorta (fotocamera e flash).
7 - Cavalletto o monopiede.
8 - Telecomando, infrarosso o con filo.
9 - Panno per pulizia ottica e pompetta.
10 - Manuale della fotocamera.

Continua dopo la pubblicità...

IN CASO DI ESCURSIONI:
11 - Torcia elettrica, se scatti in notturna.
12 - Coltello multiuso Victorinox o simili.
13 - Cerotti, aspirina, medicinali.
14 - Alimenti, acqua, panini e merendina.
15 - Sacchetti di nylon ed elastici per impermeabilizzare.
16 - Fazzoletti di carta.
17 - Ombrellino portatile o K-Way.
18 - Caricabatterie vari.
19 - Strumento per fare backup.

A questo punto passiamo alla fase di scatto, ovviamente molte di queste procedure sono automatiche per gran parte dei fotografi, ma diamo per scontato che siete usciti con la febbre o la sera prima avete fatto balordi fino tarda ora.

- Installare il paraluce.
Molte volte viene sottovalutata l'importanza di un buon paraluce, l'unica soluzione contro i riflessi e le occasionali botte che ogni obbiettivo potrebbe ricevere nel corso della giornata.

- Verificare che l'autofocus sia inserito e lo stabilizzatore no.
Solitamente scatto in auto focus, ovvero lascio scegliere alla fotocamera la messa a fuoco. Consiglio di lasciare il selettore sempre su AF e spostarlo su MF solo se necessario, per poi riportarlo immediatamente nella posizione corretta. Lo stabilizzatore lasciatelo spento se scattate con molta luce. Consuma batteria e rischiate di perdere nitidezza.

- Verificare la ghiera della modalità di scatto.
Controllate sempre di essere nella corretta modalità di scatto, normalmente scatto in priorità del diaframma, quindi controllo che la ghiera sia a posto prima di ogni fotografia. Nel vostro caso, utilizzate la modalità a cui siete abituati.

- Controllare i parametri.
Se possibile, lavorate con 100 ISO, diaframma +2 stop della massima apertura, tempi sotto il centesimo di secondo ed il bilanciamento del bianco in automatico. Cercatedi lavorare in RAW.

- Dopo lo scatto.
Personalmente lavoro sempre con la preview dello scatto e l'istogramma ben visibile, per poter correggere velocemente i problemi di esposizione prima che il soggetto sia sparito.

A questo punto penso di aver scritto tutto, se vuoi ho reso disponibile il PDF per preparare lo zaino fotografico perfetto. Personalmente l'ho stampato, ritagliato e plastificato per portarlo sempre nello zaino! Si ringraziano gli utenti del forum di Juza per le integrazioni.

SCARICA IL PDF DELLO ZAINO PERFETTO

Sperando che la guida sia stata chiara, prima di salutarti ti ricordiamo che puoi leggere tutte le guide che abbiamo scritto sulla fotografia cliccando qui. In alternativa, è possibile navigare le diverse sezioni del sito dal menù di seguito. Se lo ritieni opportuno, puoi darci un piccolo contributo cliccando la pagina ❤ Sostienici

Contatore siti Validato w3c