Bimp, ritoccare più foto con Gimp

Tutorial per creare un batch con Gimp, in modo di ridimensionare 1000 foto in un colpo (e non solo).

Da utente ormai abbastanza navigato di Gimp, il più grande rimpianto che ricordo di aver mai avuto è l'impossibilità di lavorare su più fotografie contemporaneamente. Quante volte vi sarà capitato di dover fotografare per una manifestazione e dover dare a tutte le fotografie un paio di effetti, per trovarvi a ripetete 100 volte la stessa operazione? Apri, 20 di contrasto, 10 di saturazione, salva e chiudi... per 100 volte.
Per fortuna Alessandro Francesconi, uno sviluppatore italiano, ci è venuto in aiuto con il progetto Bimp. Si tratta di un plugin per Gimp scaricabile all'indirizzo alessandrofrancesconi.it. Il programma è disponibile per windows. L'acronimo B.I.M.P. significa Batch Image Manipulation Plugin, ovvero plugin per la manipolazione di immagini in serie.

Cosa possiamo fare con Bimp? Le funzioni principali del programma sono: ridimensiona, ritaglia, rifletti o ruota, correzione colore, rendi nitido o sfuoca, aggiungi un watermark (solo testuale), cambia formato e compressione (esempio, da tiff a jpg), rinomina con un pattern. Il programma permette inoltre di utilizzare un altra procedura di Gimp lavorando direttamente dalla lista delle funzioni, ma è una funzione riservata agli utenti molto esperti.

Come si installa BIMP?
Una volta scaricato l'eseguibile e sufficiente installarlo come qualsiasi programma, successivamente bisogna aprire Gimp. Il programma sarà accessibile dalla voce File -> Batch image manipulatio plugin.

File, Batch image manipulatio plugin
Continua dopo la pubblicità...

L'interfaccia di Bimp si presenta molto immediata. Nell'angolo in alto a sinistra appare la finestra Insieme delle modifiche con il tasto + Aggiungi che permette di scegliere una delle modifiche da applicare. In basso a sinistra possiamo aggiungere le immagini che vogliamo lavorare con il tasto Aggiungi immagini, mentre a destra possiamo decidere dove salvare i file lavorati ed avviare l'operazione con il tasto Applica.

Interfaccia di Bimp

Facciamo ora un esempio pratico, selezionando 8 fotografie ed andando ad applicare una serie di effetti. Nel mio caso ho scelto delle fotografie di una festa di paese, a cui andrò ad applicare il watermark del sito, la correzione automatica dei livelli ed una ridefinizione a 900x600 pixel, con salvataggio in JPG in qualità 90. La procedura che faccio di solito per le fotografie che pubblico in galleria.

Innanzitutto premiamo il tasto Aggiungi immagini e selezioniamo la cartella dove le fotografie sono salvate.
Con il tasto + Aggiungi in alto a sinistra andiamo ad applicare:

Ridimensiona: Impostiamo la risoluzione del file che vogliamo creare, nel mio caso 900x600 pixel. Ovviamente tutte le immagini devono avere lo stesso rapporto d'aspetto. Per confermare, premere OK.

Correzione colore: Qui è possibile aumentare luminosità e contrasto o convertirte la foto in scala di grigi, io ho voluto correggere in automatico i livelli di colore. Per confermare, premere OK.

Aggiungi un watermark: Nel mio caso ho aggiunto un watermark in PNG trasparente in basso a destra, ma è possibile applicare un semplice watermark testuale scegliendo il testo, il carattere e la dimensione del font. Per confermare, premere OK.

Cambia formato e compressione: Qui ho impostato il file in uscita come JPG con qualità 90. Per confermare, premere OK.

Applica: Una volta finito l'operazione, è sufficiente premere il tasto Applica.

Se una modifica è stata inserita per errore, e sufficiente cliccarla e selezionare Rimuovi questa modifica per eliminarla dall'insieme. Di seguito trovere uno screenshot di tutte le schermate impostate.

Schermate di Bimp

Come avete potuto vedere il programma è molto semplice da usare. Ho preferito non parlare della possibilità di andare ad utilizzare un altra procedura di Gimp in quanto questa funzione si rivolgere ad utenti veramente esperti, quindi non credo abbiano bisogno di leggere questa guida. Se volete leggere tutti i nostri tutorial per Gimp potete semplicemente premere il tasto indietro.

Sperando che la guida per BIMP sia stata chiara, prima di salutarti ti ricordiamo che puoi leggere tutte le altre guide per sui plugin di Gimp cliccando qui. In alternativa, è possibile navigare le diverse sezioni del sito dal menù di seguito. Se lo ritieni opportuno, puoi darci un piccolo contributo cliccando la pagina ❤ Sostienici

Contatore siti Validato w3c