Utilizzare in Gimp i plugin Photoshop con PSPI

Guida per installare i plug-in di terze parti su Gimp e sistema operativo Windows.

In questa guida vi spiegheremo come utilizzare PSPI per installare ed eseguire i plugins Photoshop direttamente da Gimp, di modo da poter aumentare le possibilità di fotoritocco e gli strumenti in nostro possesso. Tra i filtri più utilizzati ci sono strumenti per la riduzione del rumore (io stesso uso una licenza di Topaz DeNoise 5 che ritengo insostituibile), alcuni filtri per la correzione cromatica, il ritocco e gli effetti creativi. L'installazione non è particolarmente difficile, ma richiede delle conoscenze medie di computer e Gimp. La guida è stata scritta per sistemi operativi Windows, ma vi linko la guida scritta da donGoGo per la versione Linux.

Plug-in di photoshop in gimp

Per iniziare è necessario scaricare dal sito di Tor Lillqvist (ad oggi irraggiungibile) l'eseguibile per Windows, disponibile anche cliccando direttamente qui. Adesso dovete prendere il file che avete scaricato e decomprimere l'eseguibile pspi.exe nella cartella dove avete installato Gimp, normalmente C:\Program Files\GIMP 2\lib\gimp\2.0\plug-ins. Anche se il file risale al 2008 non dovete preoccuparvi, ad oggi lo uso senza nessun problema su Windows 10 64 bit.
A questo punto avviate (o riavviate) Gimp e vedrete la voce nel menù Filtri → Photoshop plug-in Settings.

Plug-in di photoshop in gimp

Se vi serve qualche ispirazione su cosa installare cercate su Google plugin Photoshop gratuiti. Personalmente ho riscontrato in Gimp solo due difetti, l'assenza di uno strumento per la rimozione degli hot pixel e un buon filtro per la rimozione del rumore, ma i plug-in disponibili sono moltissimi e sicuramente troverete qualcosa che stuzzicherà la vostra fantasia.

Continua dopo la pubblicità...

Scaricate il file che vi interessa e, se necessario, scomprimetelo. Di solito i filtri Photoshop hanno come estensione .8bf e devono essere messi all'interno di una cartella a vostra scelta. Potete creare una cartella nei vostri documenti o all'interno di quella di Gimp, nel mio caso ho usato semplicemente la cartella Desktop.
Una volta selezionato Photoshop plug-in Settings vi comparirà una finestra come quella di seguito. Cliccate il foglio con il + per creare una nuova destinazione, quindi la cartellina a destra per sfogliare nel vostro computer e trovare il plugin salvato in precedenza. Il percorso selezionato comparirà in basso e cliccando su OK salverete la configurazione.

Plug-in di photoshop in gimp

A questo punto riavviate Gimp e, sotto i filtri preinstallati, compariranno i plug-in che avete copiato nella cartella. Una volta selezionato quello che vi interessa apparirà una finestra di personalizzazione e potrete modificarne i parametri.

Plug-in di photoshop in gimp

Purtroppo non tutti i Plugin sono compatibili e, qualche volta, potrebbero risultare instabili anche quelli che funzionano regolarmente. Armatevi di un po' di pazienza e fate qualche prova per assicurarvi del funzionamento. Se il plugin dovesse riscontrare problemi, potrebbero comparire finestre di errore ad ogni avvio di Gimp. In questo caso eliminate il file .8bf incriminato per risolvere.

Sperando che la guida per usare i plugin photoshop su Gimp sia stata chiara, prima di salutarti ti ricordiamo che puoi leggere tutte le altre guide di Gimp cliccando qui.
In alternativa, è possibile navigare le diverse sezioni del sito dal menù di seguito. Se lo ritieni opportuno, puoi darci un piccolo contributo cliccando la pagina ❤ Sostienici

Contatore siti Validato w3c