Utilizzare i plugin di Photoshop in Gimp con PSPI

Guida per installare i plug-in ed i filtri in formato .8bf su Gimp con sistema operativo Windows.

In questa guida vi spiegheremo come installare ed eseguire i plugin di Photoshop direttamente all'interno di Gimp con un plugin chiamato PSPI, in modo da aumentare le possibilità e gli strumenti che Gimp ci mette a disposizione per l'editing ed il ritocco fotografico. L'argomento in realtà potrebbe essere riassunto in poche righe, ma preferiamo fare un po' di introduzione per chiarire bene la situazione.

Introduzione:

Anche se Gimp è un software davvero completo ha alcune piccole carenze, fra queste ho avuto bisogno di uno strumento per la rimozione degli hot pixel e di uno strumento per la creazione di Normal Map, ma in entrambi i casi ho risolto con dei plugin specifici per Gimp. Manca poi uno strumento per la correzione delle aberrazioni cromatiche, che personalmente correggo durante lo sviluppo del RAW, e ce ne sono sicuramente altri che non mi vengono in mente. Il motivo per cui, personalmente, ho avuto bisogno di installare un plugin di Photoshop è la riduzione del rumore digitale. Il miglior strumento che ho trovato è Topaz Denoise, che però non è ufficialmente compatibile con Gimp. È comunque possibile farlo funzionare in maniera non ufficiale, utilizzando PSPI. Esistono poi decine di altri plugin in formato .8bf per Photoshop, molti di essi sono anche gratuiti. C'è però da dire che è piuttosto raro trovarne uno davvero degno di nota, anche se, fortunatamente, ci sono delle eccezioni. Probabilmente, se avete trovato questa guida, ne avrete uno che volete far funzionare.

Plug-in di photoshop in gimp

Prima di iniziare la guida, però, è necessario fare alcune precisazioni:

Continua dopo la pubblicità...

Installare PSPI:

PSPI è stato creato da Tor Lillqvist, il cui sito risulta, ad oggi, purtroppo irraggiungibile. Fortunatamente abbiamo conservato una copia dell'eseguibile per Windows, che potete scaricare qui sotto:

Clicca qui per scaricare PSPI (gimp-psp.zip 20,7KB)

Si tratta di un leggerissimo archivio .zip che al suo interno contiene due file: il primo è un documento di testo scritto in inglese dal creatore del software, in cui si trovano una breve storia ed una descrizione tecnica. Il secondo è un piccolo eseguibile che si chiama pspi.exe, che è il vero e proprio plugin. Per installarlo è necessario copiare il file .exe all'interno della cartella dei plugin di Gimp. Se non sapete come fare, vediamo nel dettaglio i vari passaggi:

Aprite Gimp ed andate su Modifica → Preferenze. Sulla sinistra, in basso, cliccate sul piccolo simbolo + di fianco alla scritta Cartelle

modifica preferenze cartelle

Selezionate la voce Plug-in nel menu di sinistra, poi cliccate sulla cartella dei plugin a destra. Siccome ce ne sono due, dovete scegliere quella generica, ovvero quella senza il nome del vostro utente. Dopo aver cliccato sulla cartella, il bottone con l'icona dell'archivio in alto a destra diventa cliccabile, cliccatelo.

cartella plugin

Ora vi si aprirà la cartella principale di Gimp all'interno dell'espolora risorse di Windows. Andate all'interno della cartella plug-ins e copiateci il file pspi.exe. Mi raccomando di estrarlo dall'archivio zippato. A destra potete vedere il risultato desiderato.

modifica preferenze cartelle

Anche se PSPI risale al 2001 non dovete preoccuparvi, ad oggi lo uso senza nessun problema su Windows 10 64 bit. A questo punto chiudete e riaprite Gimp e vedrete che una nuova voce sarà apparsa all'interno del menù Filtri → Photoshop plug-in Settings.

Plug-in di photoshop in gimp

Se siete fra quelli che usano Linux e volete compilarvi i file da soli, oppure avete conoscenze di programmazione e volete approfondire il funzionamento di PSPI. qui trovate la pagina GitHub del progetto, che è stato ripubblicato da Ben Touchette.

Continua dopo la pubblicità...

Aggiungere i plugin di photoshop a PSPI:

Scaricate il plugin che vi interessa e, se necessario, scomprimetelo. I plugin di Photoshop compatibili con PSPI hanno come estensione .8bf e possono essere messi all'interno di una qualsiasi cartella a vostra scelta. Potete creare una cartella nei vostri documenti, o all'interno di quella di Gimp, io per questa guida ho usato semplicemente la cartella Desktop, anche se vi consiglio di usarne una diversa. Ora aprite PSPI da Filtri → Photoshop plug-in Settings.

Plug-in di photoshop in gimp

Vi apparirà una finestra come quella qui sotto. Per prima cosa cliccate l'icona che rappresenta un foglio con il "+" (1), in modo da creare una nuova destinazione. Dopodichè, cliccate l'icona della cartella, sulla destra (2), per andare a sfogliare nel vostro computer la cartella in cui avete salvato il file .8bf precedentemente. Il percorso selezionato comparirà in basso (3), se è corretto cliccate infine su OK per salvare la configurazione. Vi consigliamo comunque di scegliere una cartella che non contenga file che potrebbero causare messaggi di errore, come ad esempio .dll o altri file di sistema.

Plug-in di photoshop in gimp

A questo punto riavviate Gimp e, sotto ai soliti filtri, compariranno tutti i plug-in che avete copiato all'interno della cartella selezionata prima. In questo caso ASCII ART di pixelhaufen.

Plug-in di photoshop in gimp

Siccome non tutti i Plugin sono compatibili sarebbe consigliabile evitare di copiarne dentro diversi insieme, ma procedere un file alla volta. In questo modo, se uno di questi creasse dei problemi, sareste facilmente in grado di identificarlo e potrete eliminare il file .8bf che crea il messaggio di errore.

Sperando che la guida per usare i plugin di photoshop su Gimp sia stata chiara, prima di salutarti ti ricordiamo che puoi leggere tutte le altre guide di Gimp cliccando qui.
In alternativa, è possibile navigare le diverse sezioni del sito dal menù di seguito. Se lo ritieni opportuno, puoi darci un piccolo contributo cliccando la pagina ❤ Sostienici

Contatore siti Validato w3c