Guida avanzata: GIF animate con Gimp

Tutorial per creare una nuova GIF animata o modificare una GIF preesitente con Gimp.

In questa guida per Gimp sulle GIF animate vi spiegheremo come creare o modificare delle animazioni con Gimp, per poi esportarle in formato GIF. Le GIF animate a 256 colori sono state molto famose agli albori di Internet, quando la poca banda disponibile ha spinto gli internauti ad utilizzare questo tipo di file per la realizzazione di piccoli filmati leggeri e divertenti. Con l'arrivo di Youtube e la banda larga il formato gif è in parte passato di moda, ma ora le GIF animate sono tornate alla ribalta grazie ai social network, ed hanno invaso le nostre bacheche.
Divertenti, colorate e possibilmente in loop rappresentano principalmente animali, mosse di danza ed attimi clou di film famosi. Potrei passare ore a parlare delle GIF che hanno fatto la storia di Internet e dei meme, ma in questa guida vorrei spiegarvi come crearne una o modificare quelle che trovate in rete.

Titolo Nyan Cat Gif animata

Lo storico Nyan Cat (Pop Tart Cat) di Chris Torres

Una GIF è sostanzialmente una serie di fotogrammi (uno per ogni livello) che vengono riprodotti con un determinato ritardo. Le GIF possono avere al massimo 256 colori e supportano le trasparenze. Vediamo in pratica come realizzare una semplice animazione. Se non sai cos'è un livello, ti consigliamo la lettura di questa guida.

Apriamo Gimp e creiamo una nuova immagine 300x150 da File → Nuova. Ricordiamoci di controllare che la dimensione sia in pixel, px, sul menù a tendina. Confermate con Ok.

file, nuova nuova immagine 300x150 con Gimp

Per fare una prova molto semplice, farò spostare un peperone da sinistra a destra, su sfondo trasparente. Selezionate il livello Sfondo ed eliminatelo cliccando tasto destro, quindi Elimina. A questo punto create un nuovo livello trasparente cliccando con il Tasto destro su un punto qualsiasi della barra dei livelli rimasta vuota, selezionando Nuovo livello e confermando con Ok sulla finestra che apparirà.

Tasto destro, elimina livello con Gimp nuovo livello
Continua dopo la pubblicità...

Sul livello trasparente appena creato disegnate un peperone sul lato sinistro. Il peperone è un pennello standard di Gimp, avrei potuto mettere un cerchio o qualsiasi altra cosa, ma il peperone mi stava più simpatico. Ovviamente questo è solo un esempio, voi potete disegnare quello che volete.

pennello peperone Peperone

A questo punto cliccate con il Tasto destro del mousesopra il livello di sfondo e selezionate Duplica livello, in modo da creare un secondo livello uguale al precedente.

Tasto destro, duplica livello con Gimp

Ogni livello è un fotogramma diverso, noi stiamo realizzando un'animazione in cui il peperone si sposta verso il lato destro dell'immagine e poi torna indietro. Per fare ciò, dobbiamo spostare a destra di pochi pixel il peperone del livello copiato. Per spostare il livello selezionate lo Strumento Sposta move tool, cliccate sul peperone e premere più volte la Freccia destra sulla tastiera. Tenete il conto del numero di movimenti che andrete a fare, perché dovremo farlo diverse volte e vogliamo che il movimento sia fluido. Personalmente ho usato i tasti Shift + Freccia destra per spostarlo di 25 pixel in un colpo solo. Non preoccupatevi se dietro potete vedere l'altro livello, quando esporteremo la GIF animata tutto funzionerà bene. Non preoccupatevi nemmeno del fatto che il bordo del livello finisce all'esterno alle dimensioni dell'immagine. Se i livelli inferiori vi distraggono, potete nasconderli cliccando la piccola icona con l'occhio move tool a fianco di ogni livello. Prima di esportare la GIF ricordate di rimettere tutti i livelli visibili.

Sposta a destra il peperone

Ripetete l'operazione per il numero di volte necessario, fino ad arrivare completamente a destra, quindi rifate la stessa procedura da destra verso sinistra. Per la mia animazione GIF ho dovuto realizzare otto fotogrammi verso destra e successivamente sei verso sinistra. Ricordate che le GIF sono a loop, ovvero una volta finiti i fotogrammi si riparte dal primo. Per avere un movimento uniforme l'ultimo fotogramma si ferma nella penultima posizione.

Sequenza completa sfondo Sequenza completa livelli

A questo punto dobbiamo esportare la nostra animazione GIF per vedere il risultato. Fate attenzione perché tutti i passaggi sono fondamentali per la buona riuscita della vostra creazione. Con il comando File → Esporta come... selezioniamo la cartella di destinazione e scriviamo il nome ricordandoci di aggiungere l'estensione .gif
Siccome i bordi dei livelli spostati escono dall'area dell'immagine vi comparirà una finestra di errore come quella qui di seguito, ignoratela cliccando su Ritaglia.

file, esporta finestra di errore
Continua dopo la pubblicità...

Una volta arrivati alla finestra di esportazione appariranno una serie di voci da selezionare. Ricordatevi di impostare il tutto come nella foto qui sotto. Dopo l'immagine andremo a spiegare punto per punto a cosa servono le opzioni meno intuitive.

finestra di realizzazione gif

Una volta impostate le voci sopra andate nel menu a tendina Disposizione quadri ove non specificato ed impostate Un fotogramma per livello (rimpiazza). Siccome i nostri livelli usano le trasparenze è importantissimo. Se avessimo usato immagini opache avremmo potuto lasciare non importa. È possibile anche usare uno sfondo statico ed aggiungere sui livelli superiori solo le animazioni, è una cosa piuttosto complicata, ma in quel caso avremmo usato Livelli cumulativi.

Le ultime due spunte usa il ritardo inserito sopra per tutti i quadri e usa le disposizioni inserite sopra per tutti i quadri non vanno mai selezionate. Se siete curiosi di sapere cosa significano ve lo spiego velocemente: volendo potreste inserire a mano i valori del ritardo o delle disposizioni per ogni singolo fotogramma nel nome del livello. Se selezionate queste voci, verranno impostati tutti i fotogrammi come specificato in quello più in alto, ignorando i valori sottostanti. Direi che non ci interessa.

Una volta premuto il tasto esporta apriamo la nostra GIF animata per controllare l'animazione e correggere gli eventuali errori. Nelle vecchie versioni di Windows le GIF non vengono mostrate animate, in questo caso è necessario utilizzare un browser per visualizzare le gif animate. Tradotto in italiano significa che dovete aprire il programma con cui andate su internet: trascinandogli sopra la GIF si aprirà animata all'interno del browser.

Ricordate che se dovete fare qualche modifica al tempo o alle impostazioni di esportazione, dovete sempre utilizzare il comando File → Esporta e non dovrete mai sovrascrivere il file con File → Esporta su esempio.gif perchè nel secondo caso non si aprirebbe la finestra con le configurazioni della Gif animata.

Continua dopo la pubblicità...

Adesso vediamo qualche esempio con diversi parametri di esportazione. Il primo esempio è l'animazione corretta, il secondo ha un ritardo maggiore, sul terzo è stata spuntata l'esportazione dei livelli cumulativa (combina).

Esempio corretto

Ritardo quadri 100 millisecondi

Esempio corretto

Ritardo quadri 500 millisecondi

Esempio corretto

Esportazione livelli cumulativa

È anche possibile specificare un tempo di permanenza diverso per ogni singolo fotogramma. In questo caso sarà sufficiente scrivere fra parentesi il valore in millisecondi di ogni fotogramma, vediamo un ultimo esempio:

file, esporta peperone specificato

Per concludere ricordatevi che le gif possono gestire al massimo 256 colori, quindi se utilizzate fotografie, per non avere sorprese, sarebbe meglio effettuare la conversione dell'immagine come prima cosa. Andate su Immagine → Modalità → Indicizzata... ed impostate un numero di colori adatto al vostro scopo. Ricordate che maggiori sono i colori e maggiori saranno le dimensioni del file generato. Se avete molti fotogrammi e non volete trovarvi con una gif che occupa troppi kilobyte, provate a ridurre il numero di colori il più possibile.

immagine, modalita, indicizzata conversione 256 con gimp per relaizzare una gif

Cambiando il dithering di colore potete provare diverse modalità in cui avviene la conversione dei colori. Nel mio esempio ho convertito un cielo con una porzione di nuovola a 30 colori utilizzando due tipi di dithering ed ho ingrandito il risultato del 200% per farvi vedere le differenze.

Esempio di dithering

Dithering: Nessuno

Esempio di dithering

Dithering: Floyd-Steinberg

Se fate qualche prova seguendo la nostra guida scoprirete che sicuramente Gimp nella creazione delle Gif ha qualche limitazione. Se avete un piccolo filmato e volete convertirlo, ad esempio, è molto più comodo usare dei servizi online come ad esempio www.img2go.com/convert-video-to-gif, ma se dovete creare delle piccole animazioni senza grandi pretese, o se avete dei fotogrammi disegnati e volete fare un montaggio, sicuramente è la soluzione ideale. Di seguito vi pubblico un paio di esempi che ho realizzato per questa guida.

La prima GIF è stata realizzata usando delle sprite gratuite 8 bit di una moneta che gira. La seconda GIF è stata disegnata a mano. L'idea era quella di rappresentare (con scarsi risultati) una pallina che rimbalza. Spero che apprezziate la buona intenzione e possiate intuire le potenzialità per chi sa disegnare bene a mano libera. Si tratta di un tratto a penna su foglio bianco, a cui sono stati invertiti i colori.

Gif animata di moneta

Moneta 8 bit che gira

Gif animata pallina che rimbalza

Pallina che rimbalza

Per fare due altri esempi pratici ho realizzato in pochi minuti una piccola scritta loading (ingrandita 10 volte) che potrebbe risultare carina come animazione in qualche sito. La seconda immagine è tratta da Wikimedia e rappresenta un'animazione abbastanza avanzata di un uomo che balla, a dimostrazione che con un po' di pratica e capacità è possibile ottenere risultati piuttosto convincenti.

Gif animata loading...

Loading...

Gif animata hamerdance

Hamerdance

Vi invito a scaricare le gif del sito ed aprirle con Gimp, per vedere come sono stati realizzati i vari fotogrammi e provare a esportarle voi stessi cambiando i diversi parametri analizzati nei capitoli precedenti. Se volete approfondire ulteriormente l'argomento è possibile leggere la guida sui vari formati in cui Gimp può esporare i file.

Sperando che la guida per realizzare delle gif animate con Gimp sia stata chiara, prima di salutarti ti ricordiamo che puoi leggere tutte le altre guide di Gimp cliccando qui. In alternativa, è possibile navigare le diverse sezioni del sito dal menù di seguito. Se lo ritieni opportuno, puoi darci un piccolo contributo cliccando la pagina ❤Sostienici

Contatore siti Validato w3c