Guida: Creare un pennello per Gimp

Tutorial per creare un nuovo pennello di Gimp ed integrare quelli presenti di default.

I pennelli di Gimp sono uno strumento molto utile per dipingere su un immagine. Possono essere utilizzati in molti modi diversi: cancellare, copiare, sfumare, schiarire o scurire. Gimp comprende diversi pennelli, ma tutti fanno riferimento allo stesso strumento. I cinque pennelli disponibili sono Pennello, Matita, Aerografo, Cancellino e Timbro. Nella prima parte della guida spiegheremo cosa sono i pennelli di Gimp, mentre nella seconda parte spiegheremo come crearne uno da zero.

Attenzione: Questa guida è divisa in due parti, se non ti interessa la parte introduttiva e vuoi sapere come creare un nuovo pennello con Gimp, clicca qui.

Qualunque sia lo strumento che dovrete andare ad utilizzare (analizaremo in seguito le differenze) la finestra di configurazione sarà sempre la stessa, ovvero questa:

Configurare un pennello di Gimp.

Come potete osservare la finestra è suddivisa in tre parti. In alto è possibile selezionare lo strumento con cui dobbiamo lavorare, al centro è possibile selezionare i colori di primo piano (rosso) e sfondo (verde), mentre in basso appare la finestra Opzioni strumento, dove è possibile cambiare tutti i parametri del pennello. Il primo parametro che analizzaremo è la forma del pennello

Configurare un pennello di Gimp.

La forma del pennello stabilisce il tipo di tratto che andremo a disegnare. Le pennellate possono essere fatte con un tocco o con un tratto. Si parla di tocco quando viene fatto un singolo click lasciando fermo il mouse e si parla di tratto quanto si tiene cliccato il pulsante del mouse, trascinandolo lungo una traiettoria. Come avrete capito, alcuni pennelli nascono per essere usati come tratti (tutti quelli tondi) mentre altri nascono per essere usati con un tocco, come nel caso del peperone.

Continua dopo la pubblicità...

Una volta trovata la forma che ci serve, è possibile usare i cursori per modificare i diversi parametri che caratterizzano il tratto del pennello. Il primo cursore presente è l'Opacità e ci permette di stabilire quanto deve essere trasparente il pennello, riducendo l'opacità possiamo fare degli inteventi molto più delicati. Il secondo cursore è la Dimensione e permette di stabilire quanto deve essere grande il pennello.
I cursori successivo sono meno utilizzati, ad esempio Angolo permette di ruotare il pennello, mentre Spaziatura riduce il numero di ripetizioni della bitmap del pennello lungo il tratto. Durezza permette di modificare il bordo sfumato dei pennelli tondi e Forza riduce l'intensità.

Diverse impostazioni di opacità del pennello di Gimp.

Il menù più utile in assoluto però è quello che permette di cambiare la Modalità, ovvero trasformare un normale pennello in uno con modificatore. Se avete già svolto qualche tutorial di Gimp tra quelli presenti nel sito avrete sicuramente usato il menù delle modalità dei pennelli.
Per spiegarlo con parole semplici, le Modalità sono dei modificatori che permettono al pennello di interagire in maniera diversa con i pixel dell'immagine sottostante. Se ad esempio impostate un pennello in modalità Saturazione HSV, questo andrà a desaturare tutti i punti in cui spennellate. Questa funzione potrebbe essere comoda impostando un opacità del 20% per ridurre la saturazione solo su alcuni punti dell'immagine.

Le Modalità sono molte e saranno spiegate in una guida specifica, nel frattempo se volete approfondire vi propongo alcune guide dove si utilizzano dei pennelli con diverse modalità:

L'ultimo punto che andremo a trattare prima di analizzare i diversi tipi di pennello sono i Tasti modificatori. Per velocizzare il lavoro quando si devono usare i pennelli esistono delle scorciatoie da tastiera davvero molto comode. Quando si utilizzano i pennelli è possibile premere il tasto CTRL per trasformare il pennello nello Strumento Prelievo Solore mentre invece è possibile usare il tasto Maiusc (Shift) per trasformare il pennello in modalità lineare. Tenendo premuto Maiusc (Shift) mentre si usa il pennello verrà generata una linea dritta. I clic successivi continueranno a disegnare linee dritte a partire dal punto finale dell'ultima.

Differenze tra i vari pennelli

Pennello, Matita e Aerografo:
Questi tre strumenti sono lo stesso pennello, ma con tre preimpostazioni differenti. Il pennello ha i bordi leggermente sfumati, la matita ha un tratto più deciso, con i bordi più nitidi mentre l'aerografo ha un'opacità ridotta, con i bordi arrotondati.

Cancellino:
Il cancellino è un pennello che cancella dove passa, anzichè disegnare. Può essere molto utile se state lavorando con immagini su più livelli o se volete creare una trasparenza su un immagine con canale alpha.

Timbro:
Il Timbro permette di copiare una porzione di immagine ed è stato già approfondito sulla guida per lo strumento timbro/clona, molto utile per fare dei ritocchi su fotografie dove vogliamo cancellare un piccolo dettaglio.

Continua dopo la pubblicità...

Creare un nuovo pennello

I pennelli di Gimp sono molti e riescono a soddisfare gran parte delle esigenze, ma potrebbe essere necessario crearne di nuovi per avere una collezione veramente completa. A mio avviso due mancanze a cui è assolutamente necessario rimediare sono:

- Un pennello intermedio tra il morbido e il duro;
- Un pennello grande;

Creare un nuovo pennello di Gimp.

Avrete sicuramente notato che, lavorando alle alte risoluzioni delle fotocamere attuali, il pennello più grande disponibile è assolutamente inadeguato. Anche alzando al massimo la scala, lo strumento resta molto piccolo. Il pennello sfumato, oltre a risultare anche lui troppo piccolo è, in certi casi, un po’ troppo “morbido”.
Vediamo quindi di capire come procedere per creare nuovi pennelli per Gimp in modo da colmare le lacune dei pennelli di default.

Attenzione:
I pennelli molto grandi risultano estremamente pesanti per il sistema, quindi non esagerate con la dimensione se avete un computer lento. Fate delle prove fino a trovare un buon compromesso fra dimensione e reattività.

Apriamo la finestra dei pennelli da Finestre → Pannelli Agganciabili → Pennelli. La finestra potrebbe apparire in tre diverse posizioni, in base a come è configurato il vostro Gimp. Nel caso abbiate aperto la finestra dei livelli potrebbe apparire come una scheda nella finestra dei livelli (1), all'inteno della finestra dei livelli, in basso (2) oppure come una nuova finestra fluttuante (3). Tutti e tre i casi sono rappresentati nell'immagine di seguito:

finestra pennelli.

Nella scheda appena aperta sarà possibile creare e modificare i pennelli di Gimp, tranne quelli di sistema che sono preimpostati. Potete cliccare con il tasto destro sulla finestra dei livelli e scegliere Nuovo Pennello. Se non dovesse apparire la scheda, è possibile aprirla anche dalle Opzioni strumento pennello, cliccando in basso a destra.

creare nuovo pennello.
Continua dopo la pubblicità...

editor pennelli
Una volta creato il nuovo pennello si aprirà una nuova finestra editor pennelli come quella qui a lato. Vediamo di descriverla:

In alto potete dare un nome allo strumento, poco più sotto potete vederne un’anteprima.
Più in basso si trovano le tre icone “Forma:” che ci permettono di scegliere la forma del pennello (tondo, quadrato, rombo). Scendendo ancora si trovano altri parametri:

Raggio: Dimensione del Pennello, attenzione a non esagerare. Personalmente ho scelto 50,0.
Vertici: Indica il numero di vertici, funziona solo sul quadrato o sul rombo.
Durezza: Permette di impostare la durezza del bordo sfumato.
Rapporto dimensioni: Ovalizza o “schiaccia” il pennello.
Angolo: Ruota il pennello, inutile nel pennello tondo.
Spaziatura: È possibile impostare lo spazio tra un “tratto” e l’altro, sui pennelli molto grandi può essere alzata per alleggerire il sistema.

Nota Bene: Il raggio massimo impostabile è di 1000 pixel, che determina un pennello di 2000 pixel in larghezza e circa 100 volte più grande del pennello originale di Gimp.

Una volta impostati i parametri necessari potete creare un nuovo pennello oppure iniziare ad usarlo, senza bisogno di salvare. I pennelli creati da voi sono i primi ad apparire nella lista dei vari tratti disponibili

Sperando che la guida per i pennelli di Gimp sia stata chiara, prima di salutarti ti ricordiamo che puoi leggere tutte le altre guide di Gimp cliccando qui. In alternativa, è possibile navigare le diverse sezioni del sito dal menù di seguito. Se lo ritieni opportuno, puoi darci un piccolo contributo cliccando la pagina ❤ Sostienici

Contatore siti Validato w3c