Guida Gimp: colorare una foto in bianco e nero

Tutorial Gimp: guida per imparare a colorare con Gimp una fotografia in bianco e nero, questa tecnica è conosciuta anche come Colorize.

In questa guida avanzata di Gimp vedremo come trasformare una vecchia foto in bianco e nero in una fotografia a colori. La tecnica utilizzata in questo tutorial necessita di un po' esperienza con il fotoritocco, in quanto non tutti i passaggi saranno spiegati passo passo. Considerate che colorare una fotografia con Gimp è un lavoro lungo e noioso, consigliamo quindi di avventurarvi in questa operazione solo se la fotografia merita il tempo che dovrete dedicarle. Questa guida nasce come integrazione al tutorial per il restauro di una vecchia foto, in quanto per ottenere un buon risultato è consigliabile partire dalla miglior base possibile.

Prima del colorize con gimp

Prima della colorazione

Dopo aver colorato la foto in bianco e nero

Dopo la colorazione

Il primo passaggio per colorare una fotografia in bianco e nero con Gimp consiste nel trovare una palette di colori. Nelle fotografie in bianco e nero non è possibile capire i colori originali di un vestito o di un arredamento, quindi consiglio di usare google per documentarsi e decidere di che colore fare un particolare soggetto. Nel mio caso ho deciso di utilizzare una fotografia senza copyright del mercato di Stoccarda, in modo da trovare facilmente dei riferimenti sui colori. Nel vostro caso, se state lavorando sulla fotografia della nonna, cercate immagini a colori della stessa epoca ed individuate le tinte più utilizzate in quell'epoca per vestiti e decorazioni. Nel mio caso, dopo una ricerca su internet, ho trovato queste due immagini con licenza creative common che userò come riferimento:

Prima del colorize con gimp

Stuttgart, Marktplatz um 1845, Wikimedia

Dopo aver colorato la foto in bianco e nero

Marktplatz in Stuttgart, Wikimedia

Una volta stabilite le tinte da utilizzare, dobbiamo colorare ogni punto della fotografia. Voglio ribadire che è un lavoro di precisione e la qualità del risultato sarà proporzionata al tempo dedicato. Ricordate di colorare ogni dettaglio, compresi gioielli, maniglie delle macchine, petali dei fiori, vestiti delle persone sullo sfondo etc.

Continua dopo la pubblicità...

Il Colorize in pratica

Prendiamo la foto che vogliamo ricolorare, nel mio caso un immagine tratta dal sito kmb.raa.se, distribuita con licenza creative common. Come già consigliato in precedenza, la foto deve essere completamente restaurata prima di procedere. Come prima cosa eliminiamo i bianchi puri, apriamo il menù Colori Luminosità-contrasto... ed impostiamo la Luminosità a -10

Colori, luminosità e contrasto... Luminosità -10 con gimp

A questo punto creiamo un nuovo livello e cominciamo a colorare i dettagli. Qui potete procedere come meglio preferite. Se volete potete fare un nuovo livello per ogni colore, altrimenti è possibile fare un solo livello e colorare tutto su questo. Io personalmente preferisco procedere così. Dalla barra dei livelli clicchiamo con il tasto destro sul livello Sfondo, quindi selezioniamo Nuovo livello e diamo l'Ok senza modificare i parametri, di modo che le dimensioni dei due livelli siano le stesse.

Tasto destro, nuovo livello con Gimp

Per avere sempre un idea precisa di cosa state facendo è consigliabile impostare come metodo di fusione Colore LHc, al momento l'opacità può essere lasciata al 100%, in seguito vedremo come incollarlo definitivamente. Se preferite potete lasciare il metodo di fusione su Normale ed impostare l'opacità al 50%, o comunque procedere come meglio preferite. L'importante è che si vedano le pennellate e lo sfondo contemporameamente.

Lavora in modalità Colore LHc con Gimp

A questo punto non ci resta che impostare un pennello e cominciare a colorare l'immagine. Come già accennato, io ho usato i colori delle due fotografie come riferimento. Se avete già un po' di esperienza con i pennelli di Gimp potete procedere come vi trovate più comodi, io ho lavorato in questo modo:

Continua dopo la pubblicità...

Come potrete osservare dall'immagine di seguito, quando colorate una fotografia in bianco e nero non serve essere troppo precisi. Lavorando con il livello dei pennelli in modalità Colore LHc avrete sempre un idea precisa di come verrà il risultato, vi basterà fare qualche prova per capire come procedere. Di seguito pootete vedere la fotografia con il colore applicato ed il solo livello dei colori.

Fotografia colorata con Gimp

Fotografia colorata con Gimp

I colori utilizzati

I colori utilizzati

Una volta finito di colorare, bisogna fondere in basso il livello. In questo caso purtroppo non è facile dare un consiglio che funzioni sempre bene. Io mi sono trovato molto bene con la fusione in modalità Colore LHc ed un'opacita del 60%, ma i risultati cambiano di molto anche in base alla luminosità dell'immagine in bianco e nero sottostante. Provate a fare qualche prova, io ho visto che possono essere utilizzati con discreti risultati anche le modalità di fusione Colore HSL e Fondi grana.

Una volta incollato con la modalità più adatta, potete correggere la tonalità aprendo il menù Colori → Tonalità-saturazione ed agite sul cursore Saturazione per aumentare o diminuire la brillantezza dei colori. In alternativa è possibile correggere anche la Luminosità e la Tonalità se non siete convinti della luminosità della foto o dei colori che avete utilizzato. Non preoccupatevi se le tinte dovessero risultare leggermente sbiadite, le prime fotocamere a colori avevano una resa un po' scarsa. Ricordatevi inoltre che molte delle fotografie d'epoca che si vedono esposte sono state colorate con questa tecnica, quando non sono stati usati veri pennelli e colori.

Altri esempi di colorizzazione di una vecchia foto

In questo esempio ho voluto fare una prova pratica. Ho preso una fotografia a colori e la ho convertiuta il bianco e nero. Utilizzando la foto a colori come tavolozza, ho usato la tecnica descritta in questa guida per colorare l'immagine. Questo è il risultato. Come potete vedere non si discosta molto dall'originale. La fotografia è distribuita in licenza creative common da Pixabay (Foto di Bernd Hildebrandt)

Prima del colorize con gimp

Fotografia originale

Dopo aver colorato la foto in bianco e nero

Dopo il colorize con Gimp

Per concludere ho voluto provare a colorare una fotografia di un soggetto umano. L'immagine è quella che ho utilizzato nella guida per il restauro di una vecchia foto. In questo è stato più difficile capire che colori utilizzare. Come potete vedere ho usato la fantasia per lo sfondo, mentre per i vestiti ho fatto una ricerca sugli abiti dell'epoca. Il vestito avrebbe potuto essere anche marrone o grigio scuro, ma ho preferito il verde in quanto lo ritenevo più adatto ad una guida sul colore. Se si tratta di una foto di famiglia, provate a chiedere aiuto ai parenti più anziani.

Dopo la riparazione della foto storica

Fotografia originale

Dopo aver colorato la foto in bianco e nero

Dopo il colorize con Gimp

Sperando che la guida per il colorize con Gimp sia stata chiara, prima di salutarti ti ricordiamo che puoi leggere tutte le nostre guide per il fotoritocco con Gimp cliccando qui. In alternativa, è possibile navigare le diverse sezioni del sito dal menù di seguito. Se lo ritieni opportuno, puoi darci un piccolo contributo cliccando la pagina ❤ Sostienici

Contatore siti Validato w3c